Love Chapter II al Teatro Argentina

Lo spettacolo della L-E-V Company è il naturale sequel dell'opera OCD Love andata in scena due anni fa
Love Chapter II al Teatro Argentina

OCD Love, nel corso di Roma Europa Festival di due anni fa, portò una ventata di amore e sensualità grazie allo splendido lavoro realizzato da Sharon Eyal, coreografa associata alla Batsheva Dance Company. Oggi gli stessi autori tornano con un naturale sequel: Love Chapter II.

La famosa artista, nativa di Gerusalemme, è uno dei tre elementi portanti della L-E-V Company (letteralmente cuore, in ebraico), insieme a Gai Behar animatore della vita notturna di Tel Aviv e il musicista, padre dei techno rave israeliani, Ori Lichtik.

In Love Chapter II, in programma oggi e domani al Teatro Argentina, i ballerini, attraverso uno stile coreografico unico e coinvolgente, si ritrovano in un perenne equilibrio che si dimostra al tempo stesso eccelso e grottesco. Questa è l’arte portata in scena da Sharon Eyal, una danza fatta di pura emotività e sentimento. Ed è proprio la coreografa israeliana il vero anello di congiunzione tra le due opere, grazie alla sua dirompente e fortissima personalità forte che si trasmette nel lavoro scenico. 

Gai Behar evidenzia ancora di più questo aspetto: «Abbiamo fondato la nostra compagnia proprio per dare a tutti noi la possibilità di esprimere ciò che abbiamo dentro, il nostro io più interiore e trasportarlo, attraverso suoni, luci e danze sul palcoscenico».  

Lo spettacolo Love Chapter II, dopo la tappa romana al Teatro Argentina, sarà in scena a Torino il prossimo 29 e 30 settembre.

Commenti