IN Roma

Gusto

Vedi Tutte
Gusto

Un weekend a caccia del gusto

Un weekend a caccia del gusto

Dalla Fiera nazionale delle sagre a Civita Castellana alla Sagra della patata di Leonessa, ecco due degli appuntamenti enogastronomici da non perdere

Sullo stesso argomento

 

venerdì 7 ottobre 2016 12:12

Ancora una volta il weekend di Roma e dintorni si muove all’insegna del gusto e delle tante sagre che animeranno anche questo secondo fine settimana di ottobre. Tra gli appuntamenti da non perdere figurano sicuramente la Fiera nazionale delle sagre a Civita Castellana (VT) la Sagra della Patata di Leonessa.
La Fiera nazionale delle sagre a Civita Castellana, in provincia di Viterbo, non è altro che un tour enogastronomico di tre giorni (da venerdì a domenica 9 ottobre) che va dal Lazio alla Puglia, dalla Campania all’Umbria, fino alla Sicilia. Un weekend immersi nei migliori sapori del nostro paese nello splendido centro della Tuscia che si prepara così ad ospitare la sesta edizione della “Fiera Nazionale delle Sagre e dell’Agricoltura” e per la “2° Degustazione della Pasta Italiana. Si partirà dalla specialità di casa i “frittelloni”, delle sfogliatine  sottilissime condite con pecorino e pepe, e le zuppe della Signora Ida, per passare tra antipasti e dolci ad oltre 40 stand provenienti da altrettante diverse sagre di ogni angolo d’Italia saranno presenti a Civita Castellana pronti a mettere in mostra le loro eccellenze tutte realizzate rigorosamente con le ricette dei luoghi di provenienza. Spazio anche alla solidarietà con il progetto “un’amatriciana per Amatrice” che in tutta Italia sta raccogliendo fondi per contribuire alla ricostruzione della cittadina. Si mangia, si beve ma ci sarà anche da divertirsi. Infatti è previsto il raduno di moto, il Torneo di Burraco, spettacoli di arte varia, espositori artigiani e commercianti per tutte le principali vie del centro storico.
Tra sabato e domenica invece scocca l’ora anche della Sagra della patata a Leonessa, in provincia di Rieti. Uno degli appuntamenti più caratterizzanti del periodo, giunto ormai alla sua 27a edizione in grado di attirare migliaia di visitatori grazie ad una proposta enogastronomica unica. “Fritta, lessa, rescallata. Un piatto co’ li fiocchi: lu tartufu co’ li gnocchi” è il motto con cui Leonessa richiama il suo popolo alla Sagra. La patata è uno dei prodotti di punta dell’economia agricola della piana, e quella di Leonessa è considerata tra le più buone di tutto lo Stivale. Immancabile nel menù la ricetta semplice e saporita a base di patate lesse saltate in padella con cipolla e pancetta, ma la scelta comprende anche molto altro. Quella che oggi è diventata una delle sagre più ricercate del mese di ottobre in origine era nata come momento di aggregazione mangereccio della Festa della Madonna di San Matteo: poi il successo ha spinto gli abitanti del luogo a dedicare questa festa al prelibato prodotto locale. A fare da sfondo a tutto questo il grazioso borgo montano di origine medievale con tanti piccoli tesori tutti da scoprire.


Articoli correlati

Commenti