IN Roma

Gusto

Vedi Tutte
Gusto

Torna la sagra della bruschetta a Casaprota

Torna la sagra della bruschetta a Casaprota

Tutto pronto per la 55esima edizione, il 28 e il 29 gennaio il borgo in provincia di Rieti accoglierà i visitatori per un weekend all'insegna dei sapori di una volta e del divertimento

Sullo stesso argomento

 

venerdì 27 gennaio 2017 11:31

Quale occasione migliore per evadere dallo stress della grande metropoli e recarsi nel fantastico e tranquillo comune di Casaprota con amici e parenti per trascorrere una piacevole giornata nella natura incontaminata fra colline dai mille colori, il tutto accompagnato da ottime degustazioni culinarie e buona musica. Sabato 28 e domenica 29 gennaio torna a grande richiesta la 55esima edizione della sagra della bruschetta, ormai ricorrenza usuale nel reatino. E' dal lontano 1962 che Casaprota, antico borgo appartenuto all’Abbazia di Farfa, festeggia ogni anno il suo prodotto di punta.

A pochi giorni dai bagordi natalizi, varrà davvero la pena fare un altro strappo alla regola e raggiungere il grazioso paese il cui olio, dal sapore intenso e aromatico, era conosciuto e lodato già dagli antichi Romani. Una vera delizia che sarà esaltata dal pane artigianale “passato” alla brace per sottolinearne al meglio il gusto; bruschette a volontà, quindi, ma non solo: l’oro verde della Sabina esalterà il sapore della zuppa di farro e tartufo, delle “fregnacce” alla sabinese e delle salsicce. Si brinderà con la “sidra”, una bevanda alcolica ottenuta dal succo fermentato di mela. 

Ricchissimo anche il programma degli intrattenimenti con mostre di radio d’epoca e di oggetti contadini di altri tempi, laboratori del gusto, mini corsi di degustazione dell’olio, passeggiate tra oliveti secolari.  Ospite d’onore della festa sarà il gruppo folk San Nicolò di Arcidano (Oristano), che si esibirà sabato sera e sfilerà domenica mattina accompagnato dal Corpo Bandistico Città di Accumoli e dalla Fanfara. Un appuntamento da non perdere assolutamente, gli stand espositivi apriranno il 28 gennaio alle 15 e resteranno aperti per tutta la giornata di domenica, a disposizione dei visitatori ci sarà anche un comodo servizio di bus-navetta.

Articoli correlati

Commenti