A Nepi un weekend per celebrare il Pecorino Romano Dop

Nella "città dell'acqua", in provincia di Viterbo, il 6 e il 7 maggio si festeggia l'antico prodotto tra musica, folklore e tanti spettacoli

È tempo di festa a Nepi. Nella “città dell’acqua”, in provincia di Viterbo, questo fine settimana, il 6 e 7 maggio, si torna a festeggiare uno dei prodottici tipici della zona e dell’intera regione: il Pecorino Romano Dop. Si apre quindi domani la quindicesima Sagra dedicata a questo particolare prodotto tipico della Tusica. 

A far da sfondo alla kermesse una cittadina bellissima ricca di storia che sorge tra torrenti e fonti di acque minerali e solforose– “nepa” in etrusco significa appunto acqua – che l’ha resa famosa in tutta Italia. 

La specialità del weekend sarà accompagnata in primis dalle fave, accoppiata ideale, dai migliori prodotti tipici del territorio come la scapicollata, una particolare pancetta stagionata e insaporita con aromi naturali, o il salame cotto, un’altra rarità gustosa e ricercata inventata agli inizi del 900’ da un norcino locale; senza dimenticare la pizza con cipolla nepesina, il miele, le confetture, il vino e l’olio. Il Pecorino è un prodotto antico almeno quanto la cittadina che in questi giorni lo celebra. Furono gli antichi romani i primi a lavorare il latte di pecora per dare vita ad un prodotto, una prelibatezza, richiesto in tutto il mondo.

Il finesettimana di Nepi metterà in vetrina tutte le eccellenze della Tuscia Viterbese, non solo quelle gastronomiche ma anche l’artigianato, il folklore e la musica. Concorsi, laboratori, gare gastronomiche eventi per i più piccoli, con lo spettacolo di magia e “trucca bambini”, e un paesaggio immerso in una natura incontaminata attendono tutti gli amanti del pecorino e della buona tavola.

Commenti