"Namastè Om Shanti", tornano a Roma Le Nuove Tribù Zulu

Al Festival Mediterraneo dell'Incontro, la band folk-rock all'insegna della musica come luogo di incontro
"Namastè Om Shanti", tornano a Roma Le Nuove Tribù Zulu

Nell'ambito del Festival Mediterraneo dell'Incontro, tornano il 9 gennaio 2016, all'Auditorium Teatro Santa Chiara di Roma per presentare live il loro nuovo lavoro discografico dopo "Diario Nomade" del 2014, Le Nuove Tribù Zulu con “Namastè Om Shanti EP”.

“Saluto il Dio che è in te” questo il significato dell'album, il nuovo passo nel viaggio della musica, capace di costruire un ponte di incontro tra luoghi e culture, come a dire “noi siamo uno, al dilà di ogni muro religioso, etnico e razziale”.

Le Nuove Tribù Zulu hanno ormai nel corso degli anni suonato ovunque: strade, metropolitane, locali. Una band guerriera, energica di comunicare lo scambio e l'evoluzione: per loro la musica abbatte i muri creati dalle religioni, dalle ideologie, dalle differenze etniche.

 La band composta da Andrea Camerini, Roberto Berini, Ludovica Valori e Massimiliano Diotallevi al sax, godrà stavolta di due ospiti di eccellenza quali Pjman Tadayon, polistrumentista iraniano, e Sanjat Kansa Banik, musicista indiano di Calcutta e dell'orchestra di Piazza Vittorio.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti