IN Roma

Spettacolo

Vedi Tutte
Spettacolo

Daniele Silvestri: «Voglio trasmettere la magia del disco»

Daniele Silvestri: «Voglio trasmettere la magia del disco»

Il cantante romano da oggi all'Auditorium Conciliazione di Roma col suo primo tour teatrale della carriera "Acrobati"

Sullo stesso argomento

 

giovedì 7 aprile 2016 16:22

Daniele Silvestri ritorna con il suo nuovo albumAcrobati” che riassume tutta la sua voglia di fare musica e non solo: «Sono 22 anni che faccio dischi, ma sono più emozionato che mai. Lo dico e poi magari lo negherò... ma credo sia la cosa più bella che ho fatto». Se sia il migliore spetterà al pubblico deciderlo, ma senza ombra di dubbio è uno dei lavori che meglio dipinge il Silvestri musicista, ricco e pino di sfumature. 

Un racconto in note delle passioni, i vizi, ma anche le virtù di chi fa della musica la propria compagna di vita. Un concentrato di melodie e suoni che fonde alla perfezioni le parole in un condensato di generi passando senza sbavature dal rock all’elettronica facendo l’occhiolino alle ballate classiche e alla canzone d’autore. Anticipato dal singolo “Quali alibi”, il disco pubblicato per Sony Music lo scorso 26 febbraio, «è nato da un iPhone pieno di appunti e idee, che si sono trasformate in canzoni dopo essermi chiuso - con alcuni musicisti – nello  studio di registrazione di Roy Paci a Lecce».

18 tracce che raccontano storie più che politica e attualità: «In passato spesso mi sono occupato di attualità, di temi politici e sociali. Stavolta ho cercato di evitarlo, ho provato ad allargare gli orizzonti raccontando storie con uno spirito più fanciullesco e cercando di realizzare un disco più poetico. La mia principale fonte di ispirazione è sempre stata la curiosità e personaggi come Philippe Petit mi hanno sempre sedotto. Secondo me è un uomo scomodo e il fatto di aver vissuto tante avventure senza alcuna protezione equivale a un crimine artistico, termine a cui do un’accezione positiva: quella sorta di disobbedienza alla legge di gravità mi ha sempre affascinato. Il mio mestiere dovrebbe essere così, dovrebbe essere avvolto in una dimensione incantata». 

E dopo aver dato alla luce il nuovo album e raggiunto la prima posizione nelle classifiche di vendita, Daniele Silvestri è partito on the road per fare ascoltare dal vivo il suo nuovo lavoro con un tour teatrale che sbarcherà nella Capitale per quattro giorni (7, 8, 9 e 11 aprile) all’Auditorium Conciliazione: «È il mio primo vero tour teatrale e mi rende orgoglioso il fatto che toccherà tutte le regioni, nessuna esclusa. La decisione di andare nei teatri è stata presa prima di chiudere il disco e credo sia stata la scelta giusta. Voglio trasmettere e amplificare il senso di magia e funambolismo del disco e il teatro è l’ambiente perfetto. Ho cercato di costruire uno spettacolo che ha momenti diversi, che mi permette di essere un mago che coinvolge e fa diventare bambini, entusiasmando il pubblico, per poi svelare il trucco».

Articoli correlati

Commenti