IN Roma

Spettacolo

Vedi Tutte
Spettacolo

Al Teatro Olimpico arrivano gli Zombie

Al Teatro Olimpico arrivano gli Zombie
© Fabio Lovino

Da stasera al 9 aprile Marco Presta e Max Paiella in scena con sketch e racconti divertenti accompagnati dalle note del Maestro Di Giovanni

Sullo stesso argomento

 

venerdì 31 marzo 2017 13:00

È successo l’inverosimile. Le nostre città sono state invase ormai già da tempo dai “mostri viventi”, dai tanto temuti zombie. Le strade sono impraticabili e pericolose e allora è fondamentale trovare un posto sicuro dove rifugiarsi e i pochi sopravvissuti l’hanno trovato nel Teatro Olimpico di Roma, uno dei pochi luoghi risparmiato dall’epidemia, e attendere che fuori torni il sereno, che la normalità torni a ristabilirsi.

E una volta al sicuro nel Teatro Olimpico tanto vale passare il tempo raccontandosi storie, un po’ come successo durante la pestilenza boccaccesca del Decameron abbandonandosi a surreali sketch e fare un po’ di musica. A raccontare queste storie saranno Marco Presta e Max Paiella che proprio da stasera, e fino al 9 aprile, al sicuro sul palco del Teatro Olimpico per la regia di Fabio Toncelli saranno in scena con Zombie. 

Uno spettacolo “orribile” che non vi farà dormire dal ridere, uno spettacolo in cui il duo comico, supportato dalle musiche del Maestro Di Giovanni, si ritrova involontariamente protagonista di uno show improvvisato su un palcoscenico abbandonato dove sono ancora visibili pezzi di una scenografia in allestimento: oggetti vari, poltrone d’aereo, una tavola apparecchiata, due inginocchiatoi e un inquietante grande letto sfatto, insieme ad alcuni bauli di costumi usati e un provvidenziale pianoforte bianco. È in questo clima che Marco Presta e Max Paiella si lasceranno andare a gag e sketch divertenti, si faranno domande assurde a cui tenteranno di dare risposte, forse in modo ancora più assurdo. Ma poi quanto saranno mai terrificanti questi zombie? Ce lo racconteranno Max e Marco a suon di risate a partire da stasera.

Articoli correlati

Commenti