IN Roma

Spettacolo

Vedi Tutte
Spettacolo

Terrazze Teatro Festival, gran chiusura con Sgarbi

Terrazze Teatro Festival, gran chiusura con Sgarbi

Domenica 29 luglio "EsotericArte" chiude la seconda edizione della grande kermesse comica. Prima di lui gli show di Maurizio Mattioli (domani) e Paola Minaccioni (sabato 28)

Sullo stesso argomento

 

giovedì 27 luglio 2017 15:48

Ultimo fine settimana in compagnia della migliore comicità italiana. Chiude, infatti, domenica 29 luglio la rassegna Le Terrazze Teatro Festival, la fantastica seconda edizione della kermesse che dallo scorso 7 luglio ha fatto divertire il pubblico, romano e non solo, grazie ad un parterre veramente eccezionale. E allora, visto il successo della prima edizione – anche grazie alla suggestiva location delle Terrazze del Palazzo dei Congressi nel quartiere dell’Eur -  e soprattutto visto il grande seguito della nuova edizione il finale non poteva essere di quelli “col botto”.
Ad aprire la tris di risate sarà, domani sera, uno tra gli “one man show” più apprezzati di sempre, Maurizio Mattioli, insomma basta il nome per garantire la risata. Mattioli ripercorrerà tutte le sue esperienze sul palco, dagli inizi al bar del Pino fino ai successi del Sistina arricchendo tutto con il suo straordinario modo di raccontare la vita.
Dopo di lui, sabato 28 luglio, sarà la volta di Paola Minaccioni che grazie a tutte le sue maschere interpreterà diversi tipi di donne – da quelle dipendenti dai social alle  improbabili venditrici, dalle  raffinate poetesse alle badanti, fino alle inappuntabili manager – il tutto a modo suo con la sua irriverente simpatia e vitalità ma con un obiettivo sempre ben preciso: invitarci a riflettere sull’assurdità della società in cui ci troviamo a vivere.
La gran chiusura di domenica 29 luglio porta un nome speciale, quello di Vittorio Sgarbi. L’opinionista, critico d’arte e scrittore di Ferrara farà calare il sipario sullla seconda edizione de Le Terrazze Teatro Festival con il suo show “EsotericArte”, uno spettacolo, decisamente non convenzionale, che non è altro che un lungo percorso, divertente, attraverso i mille anni del Medioevo. Con a lui ci sarà anche Elio Cifrò, autore e ideatore dello spettacolo, e insieme metteranno in risalto alcune delle opere più belle e famose del Medioevo raccontandone le mille sfumature, anche quelle più esoteriche.

Articoli correlati

Commenti