Mamanet, il nuovo sport per le mamme

Dall'Israele all'Italia approda nella Capitale una nuova attività sportiva dedicata alle donne
Mamanet, il nuovo sport per le mamme
2 min

Manca poco alla festa che celebra la donna, quella figura femminile che non è solo figlia, nonna, amica o zia, ma anche, e soprattutto, mamma. Non è difficile immaginare quanto possa essere complicata, sebbene ricca di gioie, la vita di una donna che ogni giorno deve badare al lavoro, alla casa e alla famiglia. Dallo scorso 18 febbraio però a Roma è arrivato Mamanet, un'attività sportiva nata con l'idea di fare svagare proprio quelle donne che tutti i giorni sono alla prese con la fitta tabella di marcia del lavoro di mamma.

Le regole di questa disciplina, nata in Israele dieci anni fa e che nel paese di provenienza ha raggiunto una popolarità straordinaria tanto da annoverare oltre 1000 tesserate, sono simili a quelle della palla rilanciata. Una rete da pallavolo, sei atlete in campo, palla bloccata e schiacciata dall'altra parte come il terzo tempo del basket. 

L'adesione da tutta Italia, alla full immersion durata quattro giorni a Roma nella funzionale e moderna struttura dell'Acqua Acetosa, è stata massiccia. Ai corsi teorici e pratici hanno preso parte tecnici e future atlete in rappresentanza dei comitati AIC di Roma, Perugia, Brescia, Frosinone, Napoli, Viterbo, Latina, Firenze, Reggio Calabria, Bologna, Lucca, Asti, Forlì, Caserta, Cremona, Padova e addirittura dall'Austria. A certificare l’interesse del Comitato Olimpico Nazionale, sono intervenuti Riccardo Viola e Umberto Soldatelli, Presidente e Vice Presidente del Coni Lazio, i quali hanno speso parole importanti nei confronti dell’Ente Mamanet Italia ma soprattutto sulla lungimiranza nel promuovere discipline di alto valore promozionale e sociale

Le adesioni a questo primo seminario sono state molte e nei prossimi mesi l'obiettivo sarà quello di diffondere ancor di più la conoscenza di questo sport.  


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti