Nuoto, Pellegrini e Paltrinieri debutto ok

Federica gestisce la batteria dei 200 stile libero (sesto tempo): «Oggi pomeriggio, in semifinale sarà diverso». Greg entra con il secondo tempo negli 800, finale domani: «Podio difficile ma ci provo, i 1.500 saranno un'altra cosa»
Nuoto, Pellegrini e Paltrinieri debutto ok© Getty Images
3 min
Paolo de Laurentiis

KAZAN - Molto coperta, in tutti i sensi, nella piscina degli spifferi. Federica Pellegrini gestisce la batteria dei 200 stile libero entrando in semifinale con il sesto tempo (1:57.34). Davanti a lei non si è risparmiata Katie Ledecky (1:55.82) e ha confermato la sua condizione di forma Katinka Hosszu (1:56.32). Nascosta l’olandese Heemskerk, solo nona sopra 1:58 ma aveva il vantaggio di nuotare nell’ultima batteria dopo aver visto il tempo delle rivali: si è fatta due conti e ha risparmiato energie. Fuori dalla semifinale invece Alice Mizzau (1:59.68 con l’ultimo 50 a 31.65), un peccato per lei e per la staffetta 4x200 che si gioca una medaglia dopodomani.

Federica è serena, è a suo agio nell’atmosfera del mondiale e il debutto nella gara individuale è andato come se l'aspettava: «Va bene così, ho gestito, oggi pomeriggio ci scopriremo tutte molto di più perché per entrare in finale bisognerà spingere. Ledecky e Franklin? Le americane spingono sempre, anche nelle batterie».

 

PALTRINIERI. Secondo tempo del mattino per Greg negli 800 alle spalle dell’americano Jaeger (7:44.77 contro 7:45.15). Quinto Horton che riscatta il disastro dei 400 nella giornata di esordio. Il pericolo numero uno sarà Sun Yang, entrato con il sesto tempo ma con gli ultimi cento metri nuotati in 55.41. Chi arriva allo sprint con lui, perde. «In acqua mi sento bene - dice Paltrinieri - gli 800 mi servono più per entrare in gara. La medaglia domani pomeriggio sarà difficile ma ci proverò, di sicuro spingeremo tutti di più e io per primo dovrò alzare il ritmo. Ho del margine, anche nel finale, anche se non ho la chiusura dei miei rivali. Nei 1.500 invece sarà diverso».

 

GLI ALTRI. Toniato centra la qualificazione nei 50 rana, illuminati dal record del mondo di Van Der Burgh (26.62), eliminato invece Pavone nei 200 delfino.

 

POMERIGGIO. Si torna in acqua con cinque finali a partire dalle 16.30 italiane: 200 stile libero uomini con la sfida Lochte-Sun, 100 dorso donne, 1.500 donne che saranno dominati dalla Ledecky malgrado l’americana sia impegnata anche nella semifinale dei 200 stile libero. In gara anche Aurora Ponselè entrata con l’ottavo tempo. Nessun azzurro nella finale dei 100 dorso (Sabbioni, comunque bravo, è uscito in semifinale) mentre è tra le prime otto Arianna Castiglioni nei 100 rana. Nel programma pomeridiano anche le semifinali dei 50 rana (Toniato), 200 delfino uomini e, ovviamente, 200 stile libero donne.


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti