Corriere dello Sport

Moto

Vedi Tutte
Moto

MotoGp: Bartholemy scommette sui suoi “rookie”

MotoGp: Bartholemy scommette sui suoi “rookie”
© Alessandro Giberti Ph

Il team manager della Estrella Galicia 0,0 Marc VDS: «Sono contento di Luthi e Morbidelli»

Sullo stesso argomento

 

venerdì 19 gennaio 2018 17:11

ROMA - I due “rookie” Franco Morbidelli e Tom Luthi sono pronti a esordire nel Campionato del Mondo MotoGP e Michael Bartholemy, team manager della Estrella Galicia 0,0 Marc VDS, la squadra che ha ingaggiato il campione del mondo Moto2 e il suo vice, è pronto a scommettere su un'ottima stagione per entrambi, con una classifica finale «almeno tra i primi quindici», per entrambi. Lo ha confermato lo stesso Bartholemy in un'intervista a MotGp.com, in cui ha spiegato anche perché ha scelto i due: «La stagione 2016 di Morbidelli è stata buona, poi ha vinto il titolo; volevamo averlo con noi nella massima serie e siamo riusciti a firmare un accordo di due anni. Per il secondo pilota, invece, non erano molti i nomi a disposizione. In questi anni abbiamo duellato spesso con Tom e ci siamo detti, “perché non lui?”. E sono felice della scelta fatta».

LUTHI TROPPO VECCHIO? E ROSSI? - Morbidelli e Luthi sono due piloti molto diversi, anche per età: 23 anni contro 31. È quindi inevitabile la domanda a Bartholemy, se il secondo sia troppo “anziano” per debuttare classe regina, ma lui ha avuto buon gioco nel rispondere: «Che forse dovrebbero tenere in considerazione l’età del pilota in sella alla moto numero 46! 39 anni e è ancora qui. Sono convinto che oggi l’età non sia un fattore determinate. Che tu abbia 23 o 31 anni non fa differenza se dai il 110% e fai bene il tuo lavoro». Anche se entrambi i piloti avranno «bisogno di tempo per adattarsi. Sono contento di aver firmato un biennale con Franco, in questo modo non avrà pressioni sin dall'inizio. La cosa più importante è crescere di GP in GP con entrambi i nostri corridori».

TUTTO SUL MOTOGP

MORBIDELLI NEL 2018 IN MOTOGP

Articoli correlati

Commenti