Corriere dello Sport

Motomondiale

Vedi Tutte
Motomondiale

Motomondiale, Usa: buon inizio per lo Sky Racing Team VR46

Motomondiale, Usa: buon inizio per lo Sky Racing Team VR46
© Getty Images

Nelle seconde libere di Moto2 Bagnaia è 12esimo, Manzi 32esimo. In Moto3 Migno agguanta il settimo crono, Bulega è 13esimo

Sullo stesso argomento

 

sabato 22 aprile 2017 11:52

AUSTIN - Francesco Bagnaia continua il suo percorso di crescita in sella alla Moto2 dello SKY Racing Team VR46 e riduce il divario dai più veloci chiudendo la prima giornata di libere del GP delle Americhe al 12esimo posto. Sessioni di lavoro intenso anche per Stefano Manzi che occupa la 32esima piazza. 
Dopo una prima sessione di studio del difficile tracciato americano, Pecco, al lavoro sul bilanciamento della sua Kalex, stacca in FP2 un buon 2.11.569 e chiude a soli nove decimi dal capofila di giornata (Marquez, 2.10.601 ndr). Riduce il divario cronometrico anche Stefano Manzi che sigla il crono di 2.14.119. 
«Quella del mattino non è stata una sessione facile: la pista è davvero dura e in sella ad una Moto2 lo è anche dal punto di vista fisico, non solo tecnico - dice Bagnaia - Nel pomeriggio abbiamo provato qualche nuova soluzione, mi sono sentito subito a mio agio alla guida e anche il tempo sul giro è migliorato sensibilmente. Ho un buon ritmo, sono più vicino ai primi rispetto alle altre gare e con qualche buona scia possiamo fare bene in qualifica». Non è invece soddisfatto del tempo Manzi, che però dice: «Sono sempre più vicino al gruppo e questo va letto in maniera positiva. Conoscevo la pista di Austin, ma affrontarla in sella a una Moto2 è davvero un'altra cosa. Il tracciato è molto tecnico e più difficile da interpretare con questa cilindrata». ?

MOTO3, MIGNO COMPETITIVO - Andrea Migno conferma di essere uno dei piloti KTM più competitivi di questo avvio di stagione e stacca il crono di 2.18.074 che gli vale la settima piazza nella classifica combinata. A poco più di 4 decimi di distacco dal suo compagno di squadra Nicolò Bulega, che chiude tredicesimo con un miglior tempo di 2.18.478, in una giornata per lui caratterizzata da un forte chattering sull'avantreno. «Sono soddisfatto non tanto del crono, quanto dei progressi fatti - dice Migno - Abbiamo lavorato in ottica gara sulla messa e punto e il passo. Le Honda sono davvero molto competitive, ma abbiamo sicuramente tutte le possibilità per limare il nostro tempo sul giro in qualifica».
Due sessioni di duro lavoro per Bulega, che ammette di non avere «un ottimo feeling alla guida, soffro molto chattering, ma stiamo provando diverse soluzioni per riuscire a spingere a fondo in pista. Dobbiamo analizzare i dati, ma c'è sicuramente del margine per avvicinarsi in qualifica».

Articoli correlati

Commenti