MotoGp, Jack Miller correrà l'ultima tappa dell'Australian Superbike Championship

Il pilota Ducati torna a casa: "Ringrazio la scuderia per questa possibilità. Correre davanti al mio pubblico è un onore e un privilegio", le parole del ducatista
MotoGp, Jack Miller correrà l'ultima tappa dell'Australian Superbike Championship© ANSA
TagsMotogpmillerducati

ROMA - Jack Miller correrà l'ultima tappa dell'Australian Superbike Championship. Una decisione che, come svela lo stesso pilota Ducati, è stata presa "all'ultimo momento", quasi d'impulso. La gara, in programma il 3-5 dicembre prossimi al Bend Motorsport Park (Tailem Bend, Australia meridionale), vedrà la partecipazione anche di Josh Hook, ufficiale F.C.C. TSR Honda nel Mondiale Endurance, iscritto dal team Penrite Honda e amico dello stesso Miller. Per il motociclista australiano sarà l'occasione per tornare a correre davanti al proprio pubblico, dopo che le due precedenti edizioni della kermesse di SBK sono state annullate per Covid.  "Sono davvero elettrizzato per aver ricevuto questa opportunità e di correre l'ultimo round dell'Australian Superbike Championship. Vorrei ringraziare di cuore i ragazzi della Ducati per avermi concesso questa opportunità, considerando anche il nostro fitto programma di test", le parole di Miller.

Miller: "Correre davanti al mio pubbico? Un privilegio"

Il pilota australiano della Ducati si è soffermato anche sul suo ritorno in patria: "Correre davanti ai miei tifosi è un grande privilegio e un grande onore. Voglio ringraziare anche lo staff dell'ASBK e Motorcycling Australia per aver accolto la mia richiesta con così poco preavviso e un grazie va anche a Ben Henry di DesmoSport Ducati per aver curato l'aspetto organizzativo". Per Miller, che al Bend Motorsport Park correrà in sella a una Ducati Panigale V4 R, non sarà però la prima gara tra le derivate di serie. Nel 2017, infatti, disputò la 8 ore di Suzuka con HARC-PRO Honda, rilanciando di fatto la tendenza dei piloti della classe regina, che, dopo la fine del calendario ufficiale, si cimentavano in gare extra-Motomondiale. Come ad esempio fece Mick Doohan nel 1998, quando nell’All Japan Superbike a Sugo, si confrontò con della Superbike del calibro di Colin Edwards, Noriyuki Haga e Aaron Slight. Adesso toccherà a Miller scendere in pista testando così la superbike australiana.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti