MotoGp, Razali: "Rinnovare il contratto a Rossi è stato un errore"

Il team manager della Petronas afferma di essersi pentito di aver prolungato il contratto di Valentino Rossi per un'altra stagione.
MotoGp, Razali: "Rinnovare il contratto a Rossi è stato un errore"© Getty Images
2 min
TagsrossiMotogp

ROMA - Tra Valentino Rossi e Razlan Razali non scorre buon sangue. Il team manager di Petronas, scuderia satellite di Yamaha, che già in passato aveva detto di essersi pentito di aver ingaggiato il Dottore, ha rincarato la dose. "Abbiamo commesso un errore quando abbiamo prolungato di un anno il suo contratto" ha dichiarato a Speedweek. "Valentino voleva vincere. Tuttavia se la sua mente e il suo cuore erano pronti, non si poteva dire lo stesso del suo corpo. I giovani piloti sono di gran lunga più rapidi. Rossi faceva segnare ottimi tempi sul giro, ma non era sufficiente" ha aggiunto Razali.

Razali: "Un podio mi fece cambiare idea"

"Ero piuttosto scettico, ma il terzo posto nel secondo GP di Jerez nel 2020 mi fece ricredere. Con il senno di poi non avremmo mai dovuto prendere quella decisione. Dopo quella gara, infatti, i risultati furono più che deludenti, ma non si poteva tornare indietro". Questa la motivazione del team manager, deluso dai risultati di Rossi. Nel 2021, Valentino ha chiuso il Mondiale al 18° posto, ottenendo come miglior risultato l'ottava posizione nel Gp d'Austria sul Red Bull Ring. Il suo ultimo podio in MotoGp resta proprio quello di Jerez nel 2020.

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti