Razali:
© Getty Images
MotoGp
0

Razali: "Con Quartararo abbiamo vinto una grande scommessa"

Il boss della Petronas Yamaha racconta i retroscena sull'ingaggio del talento francese, grande sorpresa della MotoGp

ROMA - Fabio Quartararo è stato una scommessa vinta. Lo dice senza mezzi termini Razlan Razali il boss della scuderia Petronas Yamaha, che ha debuttato quest'anno in MotoGp. Principalmente per i grandi risultati ottenuti dal giovane rookie francese (una pole, una prima fila e due giri veloci in gara) ma anche per una serie di fortunate coincidenze. Ad esempio, racconta a Marca Razali, il fatto che Dani Pedrosa abbia detto no al progetto, preferendo il ruolo da collaudatore alla KTM: "Avessimo preso lui saremmo rimasti a lungo senza pilota, perché si è subito dovuto operare alla spalla e rientrerà solo adesso praticamente".

Moto Gp, Quartararo centra la pole

Tutti i retroscena

Poi Razali racconta degli altri retroscena. Ad esempio, spiega perché non sia arrivato nemmeno Lorenzo, a cui pure era stato offerto un posto in sella: "Voleva che costruissimo la squadra intorno a lui". E così, dopo due colpi a vuoto, è arrivata la decisione di puntare su Quartararo: "In MotoGp non c'era nessun altro pilota che ci emozionava. Poi Fabio ha vinto in Moto2 a Barcellona e abbiamo pensato che se era in grado di arrivare primo con una Speed Up allora era il talento che ci serviva. Qualcuno ci ha criticato, pensando fosse un modo di fare promozione al Gp di Francia, invece Fabio ha stupito tutti".

Tutte le notizie di MotoGp

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti