Joan Mir: "Quartararo non è più forte di me"

Il pilota della Suzuki si paragona alla rivelazione del 2019. "In Moto3 gli stavo sempre davanti, non credo abbia più qualità"
Joan Mir: "Quartararo non è più forte di me"© Getty Images
TagsMotogpsuzukimir

ROMA - Il pilota della Suzuki Joan Mir, che ha debuttato quest'anno in MotoGp, non invidia nulla al suo collega Fabio Quartararo, pure esordiente in classe regina, ma protagonista di una stagione incredibile rispetto alle aspettative. Eppure Mir, non si ritiene da meno del suo collega: "In passato non è mai stato un mio punto di riferimento e anzi, ai tempi della Moto3 stavo sempre davanti a lui - afferma - è solo il secondo anno che ha buoni risultati, non credo sia più forte di me".

Motomondiale: nel 2019 quasi mille incidenti
Guarda il video
Motomondiale: nel 2019 quasi mille incidenti

Autocritica sul 2019

Mir, comunque, ammette che nel 2019 avrebbe potuto fare di più e che la colpa dei suoi risultati è attribuibile solo a lui stesso: "l'autocritica è importante per un pilota, non si può mentire a se stessi, anche perché i dati della telemetria parlano chiaro. Molte delle cose negative che mi sono successe dipendono da me, mi prendo le mie responsabilità" sostiene lo spagnolo.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti