MotoGp
0

Casey Stoner: "2019 anno peggiore della mia vita"

L'ex pilota australiano sta combattendo contro la sindrome da affaticamente cronico

Casey Stoner:
© Alessandro Giberti Ph

ROMA -Il 2019 è stato un anno fantastico con la mia famiglia, mafisicamente è stato per distacco il peggiore della mia vita, una sfida giorno dopo giorno". E' questo il fulcro di un messaggio pubblicato pochi giorni fa da Casey Stoner sui propri account social. L'ex pilota australiano di MotoGP sta infatti combattendo con la sindrome da affaticamento cronico che lo sta debilitando costringendolo a cambiare stile di vita.

Casey Stoner: "2019 anno peggiore della mia vita"
© Alessandro Giberti Ph

L'augurio dell'australiano

Il pilota nato a Southport trentaquattro anni fa non perde comunque il sorriso e anche grazie alla vicinanza della famiglia sta superando il brutto momento. Stoner confida dunque in un nuovo anno migliore del precedente dal punto di vista della propria salute: “Sono entusiasta di iniziare il 2020, e spero che le cose possano cambiare in meglio. Auguro a tutti un grande 2020“.

Tutte le notizie di MotoGp

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti