MotoGp
0

MotoGp: la nuova Suzuki con una livrea speciale

La casa giapponese, sul circuito di Sepang, ha presentato la moto che celebra i 60 anni di partecipazione alle corse. Rins e Mir vogliono sorprendere gli avversari

MotoGp: la nuova Suzuki con una livrea speciale
© Getty Images

SEPANG - Uno sguardo al futuro ma un forte richiamo al passato. Il team Suzuki Ecstar svela la sua nuova livrea, in vista del Mondiale 2020, sul circuito di Sepang. La casa nipponica, che quest’anno celebra i 60 anni di partecipazioni alle competizioni, per celebrare l’anniversario ha unito il blu e l’argento dando creando una composizione cromatica unica. Alla guida ci saranno, per il secondo anno di seguito, due spagnoli giovani e arrembanti: Alex Rins e Joan Mir. Il primo, quarto assoluto la scorsa stagione, punta a migliorarsi ancora cercando di inserire la sua Suzuki nel triello tra Honda, Ducati e Yamaha. Le due vittorie ad Austin e Silverstone lo hanno imposto come uno dei top driver della MotoGp. Joan Mir ha disputato una fenomenale stagione da principiante concludendo dieci volte in Top Ten. L’obiettivo è quello di alzare ancora il livello in questa seconda stagione in sella alla Suzuki.

Fiducia assoluta

Shinichi Sahara capo progetto ha dichiarato: "La scorsa stagione ci ha fornito importanti indicazioni sul nostro livello competitivo rispetto ad altri team e ha anche contribuito alla crescita del progetto MotoGP. Siamo ora chiamati a migliorare facendo un ulteriore passo in avanti, potendo lottare costantemente per salire sul podio". Ottimista anche il responsabile tecnico Ken Kawauchi: "Durante l'inverno abbiamo lavorato per sviluppare nuove soluzioni per il telaio e l'installazione, nonché l'elettronica. Anche le carene avranno un ruolo importante e testeremo alcune soluzioni che speriamo ci aiutino a migliorare le prestazioni complessive".

Nel 2020 uniti per la vittoria

"La stagione 2019 è stata importante per noi perché abbiamo mostrato progressi costanti durante tutto l'anno e credo che questa sia la strada giusta per il successo. Questo sarà un anno speciale per Suzuki visto che è il 60° anno di gara, quindi ci sentiamo ancora più motivati ??a fare bene", ha detto il Team Manager Davide Brivio, nel corso della presentazione. In sella occhi puntati su Alex Rins, che ha garantito: "La scorsa stagione mi ha regalato emozioni incredibili con la mia prima vittoria in MotoGP. Una delle lezioni più importanti che ho imparato è come gestire al meglio una gara. Mi rende orgoglioso poter guidare la Suziki con la livrea speciale per i 60 anni. Nel 2020 dobbiamo rimanere concentrati e cercando di ottenere buoni risultati, con più podi e magari qualche vittoria in più. Ritengo che questa sia la strada migliore verso il successo". Aspettative altissime anche per l'altro pilota della Suzuki, Joan Mir: "Sicuramente le mie aspettative per il 2020 sono molto più elevate rispetto allo scorso anno, perché non sono più un rookie. Mi sono allenato molto bene durante l'inverno, concentrandomi sulla preparazione fisica e anche sulla scorrevolezza in sella. Sarà un anno importante per Suzuki e la livrea blu-argento è magnifica: sono orgoglioso di far parte del team in questo anno storico".

Tutte le notizie di MotoGp

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti