MotoGp
0

MotoGp: Valentino Rossi compie 41 anni

Un compleanno speciale per il Dottore, pronto al via della stagione 2020, l'ultima in sella alla Yamaha ufficiale

MotoGp: Valentino Rossi compie 41 anni
© EPA

ROMA -  E sono 41. Un compleanno particolare per Valentino Rossi, al via di quella che sarà la sua ultima stagione con la Yamaha ufficiale. Il Dottore è già sceso in pista con la moto 2020, nel corso dei test di Sepang, e durante la presentazione della nuova Yamaha non ha sciolto le riserve circa il suo futuro e sul solido legame con la scuderia di Iwata. "Il mio primo obiettivo è continuare a correre nel 2021. Abbiamo un team fantastico che è la Yamaha Petronas, hanno dimostrato di essere a un livello davvero alto, sono molto competitivi. Quindi, in caso di passaggio alla Petronas, non cambierebbe molto per me", ha ribadito Rossi, che dunque guarda al futuro con decisione, ma che ha anche ammesso: "Da una parte è stato difficile prendere la decisione di smettere con il team ufficiale nel 2021,ma dall'altra parte non è stata una decisione difficile, dato che non voglio continuare se non sono competitivo".

MotoGP, ecco la Yamaha 2020 di Rossi e Vinales

Rossi, carriera e vittorie indimenticabili

Rossi rincorre sempre la Decima, che gli permetterebbe di chiudere la carriera davvero in bellezza. Carriera che, in ogni caso, resta unica. Nel 1997 il primo titolo iridato, seguito da altri otto, vinti in tutte le classi: dalla 125 alla 250 (entrambi con l'Aprilia), all'ultima stagione della 500 due tempi (2001, con la Honda). Nel 2002 nasce la MotoGp, ma il Dottore resta imbattibile, fino al 2005, nonostante l'addio - nel 2004 - alla Honda e l'azzardo del passaggio in Yamaha, con la storica vittoria in Sudafrica. Nel 2008-2009 è ancora doppietta iridata. Poi tre secondi posti e due terzi, nell'era degli spagnoli che sembrano irraggiungibili: Jorge Lorenzo e Marc Marquez. Il piazzamento che fa più male, però, è quello del 2015, secondo ad appena 5 punti da Lorenzo, con Rossi costretto a partire ultimo a Valencia, dopo il contatto con Marquez in Malesia. Altra pagina della sua carriera non al top è quella in Ducati (2011-2012), con zero vittorie. Ora l'ultima stagione in sella alla Yamaha ufficiale, per rincorrere altri record e la voglia di vincere che non passa mai.

Tutte le notizie di MotoGp

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti