MotoGp, Quartararo non ha dubbi: "La pausa avvantaggia Marquez"

Il pilota della Yamaha spiega come questo stop forzato a causa del coronavirus sia un bene per lo spagnolo

© Getty Images

ROMA - Ancora due mesi, se non di più per veder scendere in pista i piloti di MotoGp. Il ritardo della prossima stagione potrebbe essere favorevole a Marc Marquez, almeno secondo Fabio Quartararo. "Ero in Spagna - racconta il pilota della Yamaha al quotidiano francese L'Equipe - a Lérida e c’era anche il pilota della Honda, abbiamo avuto modo di scambiare qualche chiacchiera. Per lui questa pausa è il top perché la sua spalla non era al 100% e anche la Honda aveva qualche problema. Noi, invece, eravamo pronti. I test in Qatar erano stati positivi, siamo stati subito veloci. Gli ultimi giri che ho effettuato erano quelli di una simulazione gara e il ritmo che stavo tenendo era super. Quando ricominceremo, voglio ripartire da quella sensazione". Una pausa, a causa della pandemia di Covid-19, più lunga del solito per Quartararo: "L’ultima gara che ho fatto è quella di Valencia, mentre non salgo in sella alla Yamaha M1 da febbraio, quando si sono conclusi i test in Qatar. Nemmeno quando mi sono infortunato alla caviglia destra in Moto3 nel 2015 sono stato fermo così tanto”. La quarantena, però, sembra andare nel verso giusto: "Mi alleno dalle due alle quattro ore al giorno, non sono mai stato così in forma. Sicuramente non ricominceremo domani, ma quando lo faremo per quanto mi riguarda possiamo anche fare 19 gare di fila. Disputarne due in un weekend potrebbe essere più difficile, ma anche questa opzione non mi dispiacerebbe. Adoro correre e lavorare con il mio team. Il mondo delle corse mi manca molto".

Commenti