MotoGp
0

Coronavirus, Ezpeleta avvisa: "Non posticiperemo nessun GP all'improvviso"

Il CEO di Dorna Sports spiega quelle che sono le priorità per il mondiale e non esclude la possibilità di gare a porte chiuse: "Dipenderà dalla situazione"

Coronavirus, Ezpeleta avvisa:
© Getty Images

ROMA - La pandemia di Covid-19 continua a farla da padrone in tutti gli ambiti, anche nella MotoGp. L'ultimo GP colpito è stato quello a Le Mans, in Francia, previsto nel weekend del 17 maggio, che è stato rinviato a data da destinarsi. La gestione di questa situazione straordinaria, però, è sotto controllo. Almeno per l'amministratore delegato di Dorna Sports, Carmelo Ezpeleta. "Dopo aver posticipato Le Mans - spiega in un'intervista al quotidiano spagno La Razon -, guarderemo al Mugello e alla Catalogna che sono le due gare successive. Non posticiperemo niente all’improvviso, vedremo gara dopo gara, come abbiamo fatto con quella di Jerez". Ancora non si conosce la gara d'esordio ma le priorità ora sono altre: "La gravità di questa situazione è dal punto di vista umano. Le gare continuano ad essere la nostra vita però adesso sono in secondo piano". Non sono da escludere gare a porte chiuse: "Dipenderà dalla situazione. È meglio - conclude Ezpeleta - fare una gara a porte chiuse piuttosto che non farla. Questo sì, le condizioni economiche di un promotore che deve rinunciare al pubblico non possono essere le stesse per tutti".

Tutte le notizie di MotoGp

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti