MotoGp
0

MotoGp, Ezpeleta: "Se ci sarà un positivo non ci fermeremo"

Il CEO di Dorna illustra il protocollo messo a punto per consentire la partenza del Motomondiale a luglio in tutta sicurezza

MotoGp, Ezpeleta:
© Alessandro Giberti Ph

ROMA - "Abbiamo praticamente completato il protocollo. Stiamo aspettando di presentare le nostre misure dopo averle valutate con grande accuratezza e non appena vedremo che è possibile viaggiare si entrerà nella fase conclusiva. Lo presenteremo per l’approvazione o per eventuali modifiche necessarie”. Queste le parole del CEO di Dorna Carmelo Ezpeleta in merito al protocollo che consentirà di dare finalmente il via alla stagione di MotoGP, mai cominciata a causa dell'emergenza coronavirus. L'esperto dirigente spagnolo entra nel dettaglio e nel corso di un'intervista rilasciata a Marca sottolinea come una volta iniziato un weekend di gara lo si porterà regolarmente a termine anche in caso di positività al Covid-19: “Ci saranno test per tutti coloro che dovranno entrare nel paddock. Come per la F1 o per altri sport non ci fermeremo. Ora siamo molto più preparati, come il mondo in generale, rispetto a quando il Gran Premio d’Australia di F1 è stato annullato, e abbiamo anche protocolli per ciò che dovrà accadere se qualcuno risulta positivo o mette in evidenza sintomi”. 

MotoGp, Ezpeleta: "Se ci sarà un positivo non ci fermeremo"
© Getty Images

Calendario e doppi Gran Premi

Ezpeleta ha affrontato anche il tema del nuovo calendario del Motomondiale, mostrandosi fiducioso di poter iniziare a metà luglio da Jerez a porte chiuse e non escludendo la possibilità di doppi appuntamenti in alcuni circuiti: “Speriamo davvero che tutto vada nella direzione intrapresa. Ci sono ancora alcune cose da valutare, ovviamente. Ci vorrà ancora un po’ di tempo, e penso che potremo inserire altre gare alla intelaiatura che abbiamo già creato. All’inizio di giugno potremo annunciare il calendario che inizierà, se tutto andrà bene, il 19 luglio a Jerez de la Frontera. Il doppio Gran Premio in diversi circuiti sarebbe possibile, e la maggior parte di queste chance sarà in Spagna. Abbiamo quindi raggiunto accordi con gli organizzatori per disputare queste gare senza pubblico che, ovviamente, era la questione più importante. Abbiamo quindi creato una bozza di calendario che sta provando a divenire realtà”, conclude il CEO di Dorna.

Tutte le notizie di MotoGp

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti