MotoGp
0

MotoGp, Haro: "Penso che la stagione sarà completata"

Il direttore tecnico del team LCR Honda è fiducioso sulla stagione 2020 non ancora iniziata per via dell'emergenza coronavirus, ma allo stesso tempo rispetta le decisioni politiche

MotoGp, Haro:
© Getty Images

ROMA - Il direttore tecnico della LCR Honda Oscar Haro è stato il protagonista di una lunga conversazione ai microfoni di As in cui ha parlato di diversi temi. Tra questo quello della possibile partenza della stagione di MotoGP, mai iniziata a causa dell'emergenza coronavirus: "Siamo costantemente in contatto con l'Irta e stiamo preparando tutto, abbiamo tutta l'attrezzatura a Barcellona, arrivata lì dal Qatar. Tutto è in divenire, ma a comandare sono i governi. Se c'è una ricaduta tra ora e luglio e le cose peggiorano di nuovo, chiuderanno i confini e non ci permetteranno di gareggiare. Il calcio inizierà, anche la F1 e penso che la MotoGP prenderà il via e potrà completare la stagione. Sarebbe molto meglio...".

MotoGp, Haro: "Penso che la stagione sarà completata"
© Alessandro Giberti Ph

Il rapporto con Stoner

Il responsabile sportivo del team di Lucio Cecchinello, che nelle scorse settimane ha dovuto far fronte alla perdita del padre, scomparso per via del coronavirus e in particolare a causa dell'impossibilità di assisterlo con un respiratore nel momento più complicato della pandemia, affronta anche altri temi, come quello del rapporto con Casey Stoner durato ben cinque stagioni: "Era un pilota veloce, lui voleva una moto ufficiale perché aveva voglia di battere Pedrosa. Non c'era un'Aprilia ufficiale per lui, poi dopo tante peripezie è tornato da noi. Un team Marquez-Stoner alla Honda sarebbe stato incredibile, ma a livello di rapporti sarebbe stato forse peggio di Rossi-Lorenzo in Yamaha".

Tutte le notizie di MotoGp

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti