MotoGp, Iannone sbotta sui social: "Io innocente condannato a 4 anni"

L'ex pilota della MotoGp è contrario alle nuove norme sulla positività degli atleti alla cocaina: "Gli innocenti vengono condannati a quattro anni"
MotoGp, Iannone sbotta sui social: "Io innocente condannato a 4 anni"© LAPRESSE

ROMA - “Trovo sempre più difficile capire. Positivo alla cocaina e va tutto bene, mentre gli innocenti vengono condannati a quattro anni". Questo lo sfogo social di Andrea Iannone, il pilota di MotoGp squalificato per 4 con l’accusa di doping. Parole, rilasciate tramite il proprio account Instagram, precedute da un emblematico "non abbiate mai paura della vita, così facendo ci saranno sempre cose sorprendenti" nelle stories del social network.

Doping: Iannone sbotta per le nuove sanzioni per droga in MotoGP
Guarda il video
Doping: Iannone sbotta per le nuove sanzioni per droga in MotoGP

La decisione della Wada

Il commento arriva dopo la decisione della Wada, l’agenzia mondiale anti-doping, che squalificherà solo per 3 mesi un atleta trovato positivo alla cocaina (o eroina, ecstasy e cannabis). Un solo mese, inoltre, se il positivo dimostra di essersi pentito, partecipando ad un programma di recupero. Il pilota ha subito una condanna di 4 anni per la positività al Drostanolone, sostanza utilizzata per aumentare massa muscolare, quindi estranea al miglioramento delle performance in pista.

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti