MotoGp, Lorenzo: "Valentino Rossi in Petronas? Sorpreso, ma farà bene"

L'ex campione del mondo, almeno per adesso, non tornerà in pista come collaudatore: "Ho tante nuove idee per il mio futuro, meno stressanti rispetto a quella di correre in MotoGp"
MotoGp, Lorenzo: "Valentino Rossi in Petronas? Sorpreso, ma farà bene"© Getty Images

ROMA - "Ci sono stati contatti con Massimo Rivola di cui sono amico da tempo e con Aprilia, ne abbiamo parlato, ma la contrattazione non è andata in porto, loro hanno scelto di restare con piloti che hanno quindi per ora questa strada è chiusa". Così, in un'intervista rilasciata a Sky Sport 24, Jorge Lorenzo. L'ex campione del mondo, almeno per adesso, dunque non tornerà in pista come collaudatore. "Ho tante nuove idee per il mio futuro, meno stressanti rispetto a quella di correre in MotoGP ma comunque emozionanti. Una strada aperta, per esempio, è quella come telecronista televisivo e non escludo nemmeno l'ipotesi di dare la mia esperienza a qualche pilota giovane divenendo suo manager". Lorenzo parla della sua esperienza in Yamaha. "Sono stato un pilota sempre molto sensibile, sin da piccolo, perché mio padre mi faceva guidare tante moto diverse e quindi riuscivo ad adattarmi capendo in fretta cosa funzionasse e cosa no, ho sempre avuto questa abilità - spiega lo spagnolo -. Yamaha si è affidata a me negli ultimi anni in cui ero lì, abbiamo percorso una strada molto buona realizzando una moto facile da guidare, intuitiva". Mentre su Rossi conclude: "Valentino in Petronas? Mi ha sorpreso la decisione della Yamaha di far competere Rossi in un team satellite come Petronas, non l'avrei mai immaginato, ma allo stesso tempo credo che per lui non cambi tanto, farà bene".

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti