MotoGp: sindrome compartimentale per Miller, l'australiano rischia l'operazione

L'australiano ha raccontato dei problemi avuti in questo inizio di stagione
MotoGp: sindrome compartimentale per Miller, l'australiano rischia l'operazione© Getty Images
TagsMotogpDohaQatar

ROMA -  "Negli ultimi quattro giri non sentivo quasi più la leva del freno. Inoltre non avevo molto tatto con l’acceleratore e non riuscivo più ad accelerare senza intoppi. Era peggio nella combinazione delle curve dalla sette alla dieciNon potevo più sporgermi, allo stesso tempo ho accelerato perché il mio polso si bloccava in questa posizione e non potevo più tirare il gas. Quindi dovevo stare molto più eretto sulla moto. Non era l’ideale". Jack Miller ha spiegato i problemi avuti nel Gran Premio di Doha di MotoGp, che gli hanno impedito di rendere al meglio soprattutto nella seconda parte di gara. Si tratterebbe di una sindrome compartimentale che potrebbe costringere il pilota australiano della Ducati a sottoporsi a un'operazione.

Operazione in vista?

"La chirurgia è l’opzione più probabile - ha aggiunto Miller, non escludendo di dover finire sotto ai ferri per risolvere il problema -. In passato ho avuto altri trattamenti con un ago, ma ora è probabilmente il momento di un intervento. Mi capita spesso all’inizio della stagione e poi gradualmente migliora. L’anno scorso, ad esempio, a Jerez andava piuttosto male. Ora dobbiamo capire perché, ma il calendario è così serrato e non abbiamo davvero tempo per questo".

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti