MotoGp, Agostini su Valentino Rossi: "Mi chiedono di dirgli di smettere"

La leggenda del motomondiale parla della figura del pesarese e del tormentato ritiro
MotoGp, Agostini su Valentino Rossi: "Mi chiedono di dirgli di smettere"© ANSA
TagsagostinirossiMotogp

ROMA - "Mi chiedono di dire a Valentino Rossi di smettere, ma non posso farlo, perché è una scelta personale". Giacomo Agostini non vuole entrare nel merito dell'addio alle corse del 'Dottore', evidenziando la difficoltà della decisione. Tuttavia, la leggenda del motomondiale, 15 volte campione del mondo, dà il suo giudizio sul finale di carriera del pesarese: "Il padre di Valentino dice che può correre altri 3 o 4 anni, ma io non sono il padre e non dico niente. Sicuramente non mi piace vederlo così, perché è stato uno spettacolo per tanti anni e lo ammiravano tutti perché dava gioia. Finché c’è vita c’è speranza, ma la realtà è quella che è“, le sue parole. 

Il ritiro di Agostini

Agostini, in un'intervista ai microfoni di 'As', ha ripercorso quanto avvenuto personalmente nelle ultime stagioni: Quando ho iniziato a non vincere più mi sentivo molto male - ammette - perché si cominciava a dire che ero finito e non ero quello di prima. Avevo abituato i miei tifosi a festeggiare ogni volta che venivano al circuito, invece ad un certo punto andavano via tristi. Quando ho deciso di lasciare ci ho pensato molto, perché è significato lasciare il mio grande amore. La gioia che ti dà la vittoria, il podio, il pubblico che ti ama, non te la può dare nessuna altra cosa. Dire basta è difficile per tutti”.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti