MotoGp, Bastianini: "Vorrei diventare il pilota italiano di riferimento"

Il pilota azzurro ha parlato delle sue prime vittorie in MotoGp e dell'importanza di Valentino Rossi in questo sport.
MotoGp, Bastianini: "Vorrei diventare il pilota italiano di riferimento"© EPA
2 min
TagsMotogpbastianinirossi

ROMA - Tra i protagonisti di questa prima parte del Motomondiale 2022 spicca sicuramente Enea Bastianini. Il pilota italiano ha infatti ottenuto ben due vittorie e staziona nelle posizioni di vertice della classifica generale. Ai microfoni di Motorsport.com ha dunque fatto un bilancio di quanto accaduto finora, a partire dalla sua prima vittoria in classe regina: "Un giorno magico per la squadra, nessuno se lo aspettava. E' stata un'esplosione di emozioni". In ottica titolo, invece, Bastianini ha spiegato: "Sicuramente sono uno dei candidati, ma quest'anno il livello è molto alto perciò non sarà facile. Bisognerà cercare di fare tanti punti ed essere più costanti possibile".

Su Valentino Rossi

Tra i temi toccati nell'intervista non poteva mancare l'influenza di Valentino Rossi, che per anni è stato il pilota italiano più conosciuto a livello mondiale: "Con il suo ritiro ha lasciato un vuoto enorme e ciò che ha fatto è unico e irripetibile, perciò è normale che si cerchi qualcuno che prenda il suo posto. Personalmente, più che prendere il suo posto preferirei diventare il pilota italiano di riferimento. Per me sarebbe un grande traguardo". Sulla decisione di non entrare a far parte dell'Academy del numero 46, invece, Enea ha commentato: "Sicuramente ha reso le cose più difficili. La VR46 è una grande potenza nel mondo delle moto ed avrebbe potuto aiutarmi. Fatto sta che per me non è stato un problema, anzi ringrazio tutte le persone che hanno creduto in me a partire da Fausto Gresini".

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti