MotoGp, Bagnaia: "Troppo ambizioso a Motegi, ora bisogna spingere"

I piloti della Ducati aprono il Gran Premio di Thailandia. Miller: "Io competitivo anche sul bagnato"
MotoGp, Bagnaia: "Troppo ambizioso a Motegi, ora bisogna spingere"© ANSA
3 min
TagsMotogpbagnaiaducati

ROMA -Dopo Motegi ho analizzato tutto, dovevamo capire perché avessi così tanti problemi in accelerazione. Sono rimasto bloccato dietro Pol Espargaro per parecchi giri. Questo weekend magari riusciremo a trovare qualcosa che ci aiuterà". Francesco Bagnaia, pilota MotoGp per Ducati, ha aperto con queste parole la sua conferenza stampa prima del Gran Premio della Thailandia. "Abbiamo capito che ci sono determinate situazioni in cui bisogna spingere, anche se a volte non sono stato in grado di farlo quanto volevo", ha aggiunto il torinese. In Giappone però l'italiano è caduto, perdendo punti su Fabio Quartararo, leader del mondiale. "Sulla caduta dico che sono stato troppo ambizioso", ammette. A Buriram le previsioni danno pioggia e questo rappresenta una variabile importante per la diciassettesima tappa della MotoGp. "La cosa più difficile - conferma infatti il pilota Ducati - è che in questo Mondiale non abbiamo avuto tante sessioni sul bagnato, quindi sono arrivato in Giappone senza questo feeling, ma ci sono dei modi per recuperarlo. Il primo settore ci sarà favorevole"

Le parole di Miller

In conferenza stampa anche Jack Miller autore di una prova impeccabile in Giappone. L'australiano ha infatti affermato: “Dopo Motegi mi sono riguardato la gara due volte con calma e mi sono stupito di me stesso. E sono pronto a ripetere un altro weekend così in Thailandia. L’ultima volta qui nel 2019 è stato un buon fine settimana, ho avuto sempre un passo competitivo". "Grazie alle sensazioni in Giappone - dice Miller - possiamo iniziare bene il weekend qui. Dai test di Barcellona ho imparato molto e i cambiamenti che abbiamo fatto abbiamo aiutato. Il fattore pioggia? Non era quello che volevo, non me lo aspettavo in Giappone. Non riuscivo ad avere velocità". "Abbiamo un buon passo sul bagnato e questo non è un circuito tecnico. Quindi penso che sarò veloce sia sul bagnato che sull’asciutto”, ha poi concluso il futuro pilota KTM.


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti