Mercedes-AMG C 63 S E Performance, nuova ibrida in arrivo

Design affascinante e potenza oltre l'immaginabile sono i punti di forza di questa prima AMG C 63 senza un V8
Mercedes-AMG C 63 S E Performance, nuova ibrida in arrivo

Mercedes AMG-C63 S E Performance, può sembrare uno scioglilingua ma è la nuova arrivata della Casa tedesca. Il nome però può essere abbreviato in AMG C63 ibrida plug-in, si perchè il fulcro di questo modello da 680 cavalli è il sistema E Performance con motore elettrico sull'asse posteriore, abbinato a un cambio automatico 2 marce e differenziale a controllo elettronico. È una sportività 4Matic+, ovvero, con la ripartizione della coppia tra i due assi variabile, fino al 100% della trasmissione al retrotreno, dove l'assetto prevede una asse sterzante fino a 2,5 gradi.  

Nuova Mercedes-AMG C63
Guarda la gallery
Nuova Mercedes-AMG C63

Potenza estrema

La componente termica è nel motore 4 cilindri dalla potenza per litro più alta oggi sul mercato, rivendica Mercedes (qui trovi i modelli sul mercato dell'usato). Eroga 476 cavalli e 545 Nm, sempre a rispondere presente. Si sommano, in una potenza di sistema di 680 cavalli e fino a 1020 Nm, grazie ai 204 cavalli di apporto dell'unità elettrica.

Vale chiarire, come spesso avviene in presenza di sistemi elettrici, come la spinta massima di 204 cavalli sia garantita in fase di boost, per 10 secondi. In via ordinaria il motogeneratore apporta 95 cavalli, ovvero, i 70 kW di potenza erogata dal pacco batterie da 6,1 kWh di capacità.

Numeri che inevitabilmente sono centrali nel racconto della Classe C AMG 63 S E-Performance. C'è pure il design, già esaltante tra le Classe C ordinarie, reso ancor più dinamico e sportivo con il trattamento AMG.

Nasce come un'ibrida plug-in strettamente orientata alla performance, piuttosto che alla ricerca di un'elevata autonomia di marcia in elettrico. In fondo, per questa missione ci sono altre declinazioni di Classe C Phev. 

Autonomia e prestazioni

Appena 13 km è l'autonomia massima garantita dalla batteria, piccola per capacità ma in compenso con un peso di "soli" 89 kg. Si ricarica in corrente alternata a 3,7 kW, oppure durante la guida, con livelli di recupero energetico variabili su 4 step e un massimo di 100 kW.

Quanto va forte il modello chiamato a sostituirsi alla storica sportività AMG C63 V8? Le prestazioni dicono di un'accelerazione in 3"4 sullo zero-cento orari, la velocità massima è di 250 km/h e può essere innalzata a 280/270 km/h, differenze legate all'essere C 63 AMG berlina o wagon.

Occhio al peso

Meriterebbe un trattato di tecnica, la narrazione delle soluzioni motoristiche. Ci limitiamo a proseguire il racconto segnalando il turbo elettrico applicato al 2 litri benzina. È una forma diversa da quella già nota su AMG C43 e SL 43, poiché il compattissimo motorino elettrico posto sull'albero del turbocompressore opera a 400 volt e non a 48 volt.

Il compito è il medesimo, cancellare ogni forma di turbo lag, generando l'ottimale pressione di sovralimentazione anche in assenza della forza dei gas di scarico, come avviene nelle fasi di rilascio dell'acceleratore e ritorno.

Resta ancora un dato da sommare alla sportività ibrida firmata Mercedes-AMG E Performance. Si tratta del dato forse dai contorni meno brillanti, poiché dice del peso. La AMG C63 S E Performance berlina si attesta a 2.111 kg, 2.145 kg per la proposta station wagon. Un'elettrificazione che pesa e, rispetto alla precedente generazione di C 63 V8 da 510 cavalli incide per più di 350 kg. 

Infine, sebbene possano sembrare AMG identiche alle versioni Classe C meno potenti, la scocca risulta avere un passo maggiorato di 1 centimetri e carreggiate ampliate di 76 millimetri. Dettagli che fanno la differenza nella dinamica.


Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti