Mazda CX-5 2019:  carattere sportivo con il G-Vectoring Control
Challenge Time
0

Mazda CX-5 2019: carattere sportivo con il G-Vectoring Control

Per lo Sport Utility niente più compromessi su tenuta di strada e sicurezza. Per la generazione 2019 le due nuove versioni Executive e Signature, tecnologia di assistenza alla guida a livello di riferimento e prezzi a partire da 29.400 Euro.

Evoluzione della specie. Lo Sport Utility cambia, e non è neppure giusto considerarlo semplicemente una alternativa a ruote alte rispetto alle medie tradizionali. Deve esserci di più, soprattutto nell'abbinamento tra dinamismo e dotazioni tecnologiche per quella che è ormai non una formula diversa, ma addirittura la categoria di riferimento per chi unisce vita quotidiana e tempo libero dietro allo stesso cruscotto. Mazda evolve così la sua CX-5, e non si tratta di un model year, di un aggiornamento di prassi.

La novità più importante, significativa come poche, è l'arrivo del sistema G-Vectoring Plus, cioè la seconda generazione del sistema di controllo del veicolo G-Vectoring Control (GVC), che utilizza ora anche i freni per gestire l'effetto imbardata della vettura in uscita da una curva. Il G-Vectoring Plus, di serie su tutte le versioni della CX-5 2019, garantisce un maggior controllo durante i cambi di corsia in autostrada e quando si guida su neve o su superfici stradali scivolose. Lo Sport Utility insomma evolve, ma i suoi compromessi non esistono più.

Tutte le versioni adottano di serie il sistema per il monitoraggio posteriore del veicolo con avviso di pericolo in uscita dal parcheggio Blind Spot Monitoring e Rear Cross Traffic Alert (BSM+RCTA), High Beam Control (HBC) per il controllo automatico dei fari abbaglianti e Lane Keep Assist System (LAS) per il controllo del mantenimento della carreggiata. Questi sistemi, in aggiunta alla frenata di emergenza in città con rilevamento pedoni (Pedestrian SCBS), porta le dotazioni di sicurezza ad un livello che smarca definitivamente le vetture Sport Utility da tutte le associazioni mentali sulla necessità di un diverso stile di guida, di maggiori compromessi per via della carrozzeria alta e delle masse in gioco.

Giusto a questo punto costruire allestimenti per salire ulteriormente di livello. La versione Executive, che si colloca a metà della gamma, ha cerchi in lega da 19“, Active Driving Display a colori con sistema riconoscimento dei segnali stradali (TSR), Monitor 360°, Sistema di frenata di emergenza in città anche posteriore (Rear SCBS) e Sistema rilevazione stanchezza del guidatore (DAA). La versione Signature, quella più lussuosa è dotata di interni in pelle nappa Brown con finiture Deep Red, rivestimento del cielo interno in tessuto nero con illuminazione a LED, cerchi da 19“ con disegno esclusivo, inserti in vero legno su plancia e pannelli portiere, volante, sedili anteriori e posteriori riscaldabili, retrovisore interno “frameless”.

Per tutte le versioni riguardano alcuni particolari quali l’aggiornamento del sistema MZD Connect, ora dotato di serie di interfaccia compatibile con Apple Carplay e Android Auto, nuovi comandi del climatizzatore e, a partire dalle versioni Exceed, una nuova strumentazione con display da 7” con grafica TFT.

La CX-5 2019 è già disponibile in concessionaria con prezzi a partire da 29.400 Euro per la versione 2.0L 165 cv SKYACTIV-G 2WD benzina Evolve e fino a 45.150 Euro per la versione top di gamma Signature 2.2L 184 cv SKYACTIV-D AWD e cambio automatico.

Vedi tutte le news di Challenge Time

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti