Mazda, la CX-30 si fa ibrida con il motore da 150 CV

Skyactiv-G va a completare la gamma del crossover giapponese (motorizzazione già vista in Mazda3). In questo modo la velocità massima e l'accelerazione 0-100 passano dai 186 Km/h e 10.6 secondi ai 198 Km/h e 8.8 secondi

Il ventaglio della Mazda CX-30 si apre e si ampia. La gamma del crossover della Casa giapponese accoglie in famiglia la nuova motorizzazione ibrida a benzina 2.0L Skyactiv-G da 150 CV, di cui avevamo già fatto la conoscenza con Mazda3. In questo modo, il motore non fa altro che completare l'offerta di propulsori Skyactiv composta non solo dai due ibridi a benzina, Skyactiv-G da 122 CV e Skyactiv-X da 180 CV, ma anche dal diesel Skyactiv-D da 116 CV.

Skyactiv-G 2.0L: sofisticata tecnologia

Il nuovo motore è dotato di tecnologie sofisticate come il dispositivo di disattivazione dei cilindri, il sistema Mazda Hybrid e nuove modalità di raffreddamento e lubrificazione. La maggiore potenza, inoltre, si concretizza in un aumento delle prestazioni rispetto all'analogo versione da 122 CV. Con la nuova unità da 150 CV la velocità massima e l'accelerazione 0-100 passano dai 186 Km/h e 10.6 secondi ai 198 Km/h e 8.8 secondi. Al contempo però consumi ed emissioni restano inalterati rispetto al propulsore di minor potenza attestandosi su un consumo medio di 5.1l/100 Km e un livello di emissioni di CO2 pari a 116 g/Km nel ciclo NEDC correlato (6.2l/100 Km e 141 g/km nel ciclo WLTP)

Grazie alla tecnologia Mazda Hybrid anche la CX-30 con motorizzazione Skyactiv-G 2.0L da 150 cv può essere omologata come veicolo ibrido con i conseguenti vantaggi fiscali e di circolazione previsti per tale categoria di automobili.

Arriva anche lo Smart CargoBox

La Mazda CX-30 equipaggiata con il 2.0L Skyactiv-G 150 CV è già ordinabile con cambio manuale 6MT sia con cambio automatico 6AT e con la trazione anteriore 2WD o integrale i-Activ AWD. I prezzi di listino partono da 25.750 euro. Oltre alla nuova motorizzazione, il crossover, a partire dalle versioni Executive, viene arricchito dall'inedito Smart CargoBox un  pannello sul fondo del vano bagagli, ripiegabile in tre parti e adattabile in base all'utilizzo del bagagliaio stesso.

Mazda CX-30 svetta nei severi test di sicurezza Euro NCAP

Commenti