Cinemotori

Vedi Tutte
Cinemotori

Fast and Furious 8, “revolucion” a motore

Fast and Furious 8, “revolucion” a motore

Clip in esclusiva dal set cubano del nuovo FF8, nelle sale italiane dal 13 aprile

Sullo stesso argomento

 Francesco Colla

venerdì 14 aprile 2017 13:49

ROMA - Tra le tante ottime ragioni per visitare l’Avana ci sono anche le auto classiche. Negli anni ’50, quando Cuba era governata dal filostatunitense Batista, dagli USA arrivarono migliaia di Ford, Chevrolet, Dodge, Cadillac, etc. Una volta saliti al potere Castro e i suoi “barbudos” gli Stati Uniti imposero il famoso embargo all’isola e di conseguenza l’importazione di auto venne bloccata, rendendo preziose le vetture presenti nel Paese. Ragion per cui le vecchie macchine americane sono state in buona parte conservate e a Cuba ne circolano, anche se spesso customizzate alla buona per la mancanza di pezzi di ricambio originali, ancora a centinaia. 

Un set ideale per la saga a motore più famosa del cinema, Fast and Furious, sbarcata nelle sale italiane il 13 aprile con l’ottavo capitolo. Dom, Vin Diesel, e Letty, Michelle Rodriguez, si sono finalmente sposati ma ovviamente la loro tranquillità verrà interrotta dall’arrivo di una donna misteriosa (la premio Oscar Charlize Theron) che irretisce Dom per indurlo a ritornare al mondo del crimine, dal quale lui tenta invano di sfuggire e a fargli tradire coloro che gli sono più cari. A Dom non resta che riunire la banda, di cui fanno sempre parte anche Dwayne Johnson e Tyrese Gibson, per l’ennesima esagerata avventura a motore.  Che li porterà tra i grattacieli di New York, i ghiacci del Mare di Barents e le strade bollenti di New York. Qui sotto un anticipo "cubano" in esclusiva. 

Articoli correlati

Commenti