Due ruote
0

Honda Kenzo by Death Machines, la special che si ispira ai Samurai

Una Honda gold Wing 1000 del 1977 è stata equipaggiata con una varietà di gadget personalizzati. Realizzata con una varietà di processi di lavorazione, è stata prodotta in un unico esemplare 

Honda Kenzo by Death Machines, la special che si ispira ai Samurai

Una Honda Gold Wing 1000 del 1977, questa la base di partenza dalla quale i Death Machines of London hanno realizzato  la loro special Kenzo, una moto in stile Bladerunner, che deve il suo nome a Kenzo Tada, il primo pilota asiatico all'Isola di Man TT nel 1930.

Ogni dettaglio della Special è stato accuratamente studiato da Death Machines of London, capitanata dal suo fondatore James Hilton. Ispirata all'armatura sovrapposta indossata dall'antico samurai giapponese, la special è stata realizzata con una varietà di processi di lavorazione che vanno dal tradizionale, come quelli usati per il pellame, a quelli moderni e futuristici, come CNC e stampa 3D per gli eleganti pannelli della carenatura.

Honda, CBR1000RR-R e le altre novità a EICMA

La moto è stata  equipaggiata con una varietà di gadget personalizzati come le strisce luminose a LED sulla parte anteriore, la coda e le luci di segnalazione, nonché un tachimetro artigianale con un drago che è stato ricavato da una scatola di gioielli giapponese del 18° secolo.

A conferma dell'abilità ingegneristica di Honda, gli interventi sul motore di 40 anni sono stati limitati. Il quadricilindrico da 1000 cc è stato soltanto smontato, ispezionato e aggiornato. I carburatori sono stati elaborati per abbinarsi ai silenziatori DMOL Slash Cut. Verniciato in nero satinato, le piastre recano la scritta "Kenzo" scritta in giapponese: ??.

Il telaio originale è stato modificato per ottenre posizione di guida più sportiva, e al posteriore è stato nettamente accorciato. Al reparto sospensioni, sul posteriore troviamo coppia di monoammortizzatori Ohlins opportunamente rivisti e corretti.

Anche l'impianto elettrico è stato elaborato dai Death Machines. Il sistema elettrico si avvia toccando il portachiavi sull'intersezione a "V" in pelle della sella. e l'accensione avviene tramite un pulsante di avviamento, posizionato discretamente sotto il manubrio destro. 

Per quanto riguarda il prezzo, la Kenzo da 1.000 cc personalizzata di Death Machines di Londra sarà presto disponibile al prezzo di $ 75.000 (circa € 67.000). Per provare ad aggiudicarsi questa custom in unico esemplare,si può visitare il sito web dell'azienda.

Tutte le notizie di Due ruote

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti