Due ruote
0

Milano, rimozione per monopattini in sosta vietata

Il parcheggio selvaggio è solo uno dei tanti problemi causati da questi mezzi. Il Comune ha quindi deciso di intervenire con un servizio di rimozione (in cui sono comprese anche le bici)

Milano, rimozione per monopattini in sosta vietata

A Milano sembra che sia arrivato il momento di un controllo più rigido sui monopattini, visto l'alto numero di incidenti e ed episodi purtroppo non positivi sui mezzi a due ruote. Se l'azienda sharing Voi ha introdotto una sorta di "alcol test" che gli utenti devono superare prima di mettersi alla guida, il Comune ha deciso di avviare un servizio strutturato di rimozione, sia dei monopattini privati che a noleggio, trovati in divieto di sosta. Ormai, lo sappiamo: dopo il lockdown questi mezzi hanno invaso le città, soprattutto le aree più centrali, ma purtroppo tante regole non vengono rispettate dagli utenti.

Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti contraria ai monopattini elettrici, lancia la petizione

Come funziona

La notizia arriva direttamente da una circolare firmata ieri dal vicecomandante della Polizia Locale Paolo Ghirardi. Come funzionerà il servizio di rimozione? Attivo tutti i giorni, dalle 8 alle 13 e dalle 13.30 alle 20, sfrutterà un autocarro dell’azienda dei trasporti milanesi, Atm, per rimuovere i mezzi, fino a 16 alla volta. Le aree interessate sono quelle del centro città e gli operatori dovranno prestare particolare attenzione ai monopattini lasciati sulle soste vietate e a quelli che intralciano la circolazione di pedoni e altri veicoli, oltre a quelli che si trovano in prossimità delle pedane per le persone invalide, sulle strisce pedonali o negli spazi adibiti a fermata dei trasporti pubblici. Non finisce qui. Il servizio riguarda anche le bici che, insieme ai monopattini, dovrebbero essere parcheggiate nelle apposite rastrelliere.

Nonostante un alto numero di utenti scelgano questi mezzi, non mancano le polemiche per il loro uso errato. C’è poi la recente notizia della procura di Milano che ha aperto un fascicolo per verificare se ci siano troppi monopattini in città. Stando così la situazione, non sorprende affatto l’introduzione di questo nuovo servizio di rimozione.

Monopattini elettrici, cosa fare e non fare: lo spiega il comune di Torino VIDEO

Tutte le notizie di Due ruote

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti