Rubi una moto? La Polizia non ti insegue!

Un post pubblicato su Facebook dalle forze dell'ordine di Southampton, in Inghilterra, ha scatenato le polemiche in seguito a un evidente equivoco: ecco la curiosa e incredibile vicenda
Rubi una moto? La Polizia non ti insegue!

Ha destato scalpore e scatenato le polemiche un post pubblicato nelle scorse ore su Facebook dalla Polizia di Southampton, Inghilterra, in cui in pratica veniva spiegato che chiunque rubasse una moto non sarebbe stato inseguito dalle autorità. Un messaggio da molti inteso come un "via libera" ai furti delle motociclette. Il post è stato successivamente rimosso. Ma andiamo con ordine.

Le richieste dei cittadini e la spiegazione delle autorità

Tutto nasce dalle domande poste sui social dai cittadini della contea dell'Hampshire, dove negli ultimi tempi si registrano sempre più casi di furti di motociclette. La gente, spaventata e stufa della situazione, ha chiesto spiegazioni alla Polizia che, tramite i propri canali Facebook, ha dichiarato che non si metteranno più all'inseguimento dei ladri di moto in quanto si tratta di un'azione potenzialmente pericolosissima per i cittadini, per i poliziotti e anche per il delinquente stesso. Ergo, d'ora in avanti basta scene da film con auto che inseguono le moto a tutto gas: le forze dell'ordine britanniche si affideranno solamente alle classiche indagini.

Scatta la polemica: il post viene rimosso

A quel punto sono scattate (inevitabili) le polemiche social: perché molti cittadini hanno interpretato le direttive delle autorità come uno stimolo per i delinquenti, che adesso consapevoli di non essere inseguiti potrebbero aumentare i furti delle motociclette. Un evidente equivoco che però ha indotto la Polizia a cancellare quel famigerato post evitando ulteriori polemiche.

Scooter rubato viene ritrovato dopo sei anni: il ladro lo porta in officina

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti