Ducati e Lamborghini: accordo sulla staffetta generazionale

Nella Motor Valley, le due aziende hanno firmato un accordo sindacale davvero importante: per ogni operaio che va in pensione, viene assunto un precario
Ducati e Lamborghini: accordo sulla staffetta generazionale
TagsducatilamborghiniMotor Valley

Eccellenze su strada, ma anche sul lavoro: ecco Lamborghini e Ducati, i fiori all’occhiello a quattro e due ruote della Motor Valley, nell’Emilia Romagna. Secondo quanto riportato dall’edizione da Repubblica, “Lamborghini e Ducati si impegnano a pagare per due anni al lavoratore che esce la differenza tra l’assegno di disoccupazione (la Naspi) e il salario percepito, comprensiva di tutte le voci retributive come, ad esempio, la polizza sanitaria integrativa”.

Un traguardo importante

Cosa significa? Le due aziende hanno stretto un patto sindacale veramente importante. Nel contratto si stabilisce che un operaio possa anticipare la sua pensione senza perdere niente rispetto allo stipendio attuale e nel frattempo permetterebbe l’assunzione a tempo indeterminato di un lavoratore precario al momento impegnato in azienda. Un accordo, questo, che dovrebbe comprendere circa trenta operai a Borgo Panigale e a Sant’Agata Bolognese. Si tratta di un traguardo significativo, la cosiddetta staffetta generazionale: per molto tempo solo tentativi, ora finalmente un primo passo che dimostra come impresa e lavoro, almeno nella Motor Valley vadano d’accordo.

Ducati Monster, la rivoluzione: addio al telaio a traliccio

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti