Corriere dello Sport

L'edizione digitale è su tablet e smartphone. Provala gratis

Eicma

Vedi Tutte
Eicma

Ducati Scrambler Sixty2: ecco la 400 cc per i giovani

Ducati Scrambler Sixty2: ecco la 400 cc per i giovani

All’EICMA, la Casa italiana ha svelato la Scrambler d’accesso ispirata alla cultura “street”: motore 400 cc, ABS di serie e prezzo (speriamo) competitivo

Sullo stesso argomento

dal nostro inviato Federico Porrozzi

giovedì 19 novembre 2015 13:17

Era tra le più attese di EICMA 2015 ed non ha deluso pubblico e addetti ai lavori. Si chiama Sixty2 ed è il modello d’accesso della gamma Scrambler. Il nome è ispirato all’anno di ingresso sul mercato della prima versione di questa due ruote. Il 1962, appunto.

SCRAMBLER, CHE NUMERI! - Una famiglia, quella della Scrambler, capace di vendere nel 2015, stagione del suo ritorno sul mercato dopo i fasti degli anni Sessanta-Settanta, oltre 15.000 pezzi. Numeri che hanno permesso a Ducati di “sfondare” per la prima volta nella sua storia il numero di 50.000 moto consegnate in un anno. 

LA SORELLINA - Finora erano quattro le versioni. Tutte con motore da 800 cc. Adesso è arrivata la “sorellina” con propulsore da 400. Trecentonovantanove, per l’esattezza. E’ ispirata alla cultura street, quella delle bmx e degli skateboard. Quella del divertimento e della spensieratezza tipica dei giovani. 

TRAMONTO A DUE RUOTE - Proprio a loro è dedicata questa entry-level da 167 kg proposta in tre colori: grigio, nero e un originale tangerine che ricorda il sole al tramonto. Orario ideale per l’aperitivo dopo l’ultimo “trick” allo skatepark. 

CAVALLI TRANQUILLI - Il motore da 399 cc da 41 cv, raffreddato ad aria e rispettoso delle normative Euro4, è fissato su un telaio a traliccio. La ciclistica prevede una forcella tradizionale (non regolabile) sull’anteriore e un forcellone in acciaio dietro, con mono regolabile nel precarico. L’impianto frenante può contare su un disco singolo anteriore da 320 mm e un posteriore da 245. E sull’ABS di serie. 

STRUMENTAZIONE DIGITALE - La strumentazione è composta da un elemento singolo tondo, completamente digitale. Il contagiri è posizionato nella zona inferiore e ci sono anche il tachimetro, due contakm (parziale e totale) e tutti gli indicatori e le spie più importanti.

PARTICOLARI INEDITI - Oltre al serbatoio a goccia, in acciaio e capace di contenere fino a 14 litri di benzina, di inedito su questo modello c’è anche il disegno 2 in 1 del terminale di scarico a giro basso, gli specchietti tondi, il portatarga alto e le ruote in alluminio a razze incrociate (18” davanti e 17” dietro) disegnate appositamente per questa versione, su cui sono stati montati due pneumatici dal battistrada leggermente tassellato. 

Il prezzo? Claudio Domenicali, durante la presentazione, non ha voluto svelarlo. Speriamo che sia una cifra “abbordabile”, Avvicinare i giovani al mondo delle due ruote è fondamentale, per i numeri del futuro.

Articoli correlati

Commenti