Gare

Vedi Tutte
Gare

Volkswagen si ritira dal Mondiale Rally

Volkswagen si ritira dal Mondiale Rally

Il WRC perde l'auto che ha dominato le ultime quattro stagioni ottenendo l'accoppiata di titoli piloti-costruttori sin dal suo debutto nel 2013

Sullo stesso argomento

 Alessandro Vai

mercoledì 2 novembre 2016 13:24

Volkswagen si ritira dal Mondiale rally, annullando il suo impegno ufficiale già a partire dalla stagione 2017. Il WRC perde l’auto che ha dominato le ultime quattro stagioni ottenendo l’accoppiata di titoli piloti-costruttori sin dal suo debutto nel 2013. Dal Rally di Monte Carlo di tre anni fa, infatti, la Polo R WRC si è aggiudicata 42 vittorie su 51 gare disputate, battendo anche sua maestà Lancia Delta che è salita sì per 46 volte sul podio, ma con quattro modelli diversi: HF 4WD, Integrale 8V, Integrale 16V e HF Integrale. La motivazione ufficiale arriva dalle parole di Frank Welsch, membro del CdA del Gruppo VW con responsabilità per lo sviluppo tecnico.

«Il marchio Volkswagen sta affrontando sfide enormi. Con l’imminente espansione dei modelli elettrici in gamma, dobbiamo concentrare le nostre forze sulle sfide del prossimo futuro. Abbiamo ampiamente superato gli obiettivi che ci eravamo dati nel WRC e ora stiamo rimodulando il nostro impegno nel motorsport». Ma l’impegno di Volkswagen è sempre più focalizzato verso i clienti «Con la Golf GTI TCR e con la Beetle GRC da rallycross, offriamo ai team privati dei prodotti di alto livello e inoltre svilupperemo una nuova Polo con le specifiche R5».

Questa nuova vettura da rally sarà sviluppata sulla prossima generazione di Polo (attesa tra pochi mesi) e sarà disponibile per i clienti privati nella stagione 2018. Rispetto al team artefice di queste vittorie, nulla andrà perduto e i suoi 200 lavoratori verranno ricollocati all’interno delle molteplici attività del Gruppo Volkswagen. A questo proposito, questo annuncio arriva pochi giorni dopo quello relativo al ritiro dell'Audi dal WEC e dalla 24 Ore di Le Mans, confermando ancora una volta che il Dieselgate non è stato esattamente privo di conseguenze per il gruppo tedesco.

Articoli correlati

Commenti