Green

Vedi Tutte
Green

Shell Eco-Marathon Europe, brillano i team italiani

Shell Eco-Marathon Europe, brillano i team italiani

Duecento team da  29 Paesi europei hanno ideato e costruito veicoli per percorrere la maggior distanza possibile con l’equivalente di un litro di carburante

Sullo stesso argomento

 

giovedì 7 luglio 2016 17:31

ROMA - Si è conclusa la 31esima edizione della Shell Eco-Marathon Europe, il più importante progetto di educazione e formazione sulla mobilità sostenibile, che ha visto sfidarsi sulle strade del Queen Elizabeth Olympic Park di Londra veicoli avveniristici ad alta efficienza energetica progettati da studenti delle scuole superiori e delle università di tutta Europa. 
 
Duecento team provenienti da 29 Paesi europei hanno ideato e costruito, nel corso degli ultimi 12 mesi, veicoli in grado di percorrere la maggior distanza possibile con l’equivalente di un litro di carburante o un kWh di energia. La vittoria assoluta è stata colta da un team francese nella categoria benzina, che ha raggiunto i 2.300,1 km; per quanto riguarda i consumi diesel, il miglior risultato è stato invece di 1.018,2 km/l.
Shell Eco-Marathon Europe, brillano i team italiani
 
L’Italia ha partecipato alla finale con sei team composti da studenti provenienti da quattro regioni - Basilicata, Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte – con due veicoli nella categoria più tradizionale Urban Concept e quattro in quella Prototipi.
 
Il team H2polit0 – molecole da corsa del Politecnico di Torino, con “IDRAkronos”, ha ottenuto il 1° posto, imponendosi su ben 20 team concorrenti, nella categoria Prototipi alimentati a idrogeno. Il veicolo piemontese, realizzato in fibra di carbonio e alimentato con una cella combustibile a idrogeno ha percorso 737 km con un solo metro cubo di combustibile
 
Ottimi risultati anche per il Team Zero C dell’ITIS Leonardo da Vinci di Carpi (MO)che, con il veicolo a batteria elettrica realizzato interamente in fibra di carbonio “Escorpio Evo 2”, ha raggiunto il 2° posto percorrendo 736.1 km/kWh.
 
Sul podio anche il team FAENZAnaftaRACING dell’ITIP L. Bucci di Faenza (RA) e l’Unibas Racing team dell’Università degli studi della Basilicata, entrambi al 3° posto rispettivamente nella categoria Prototipi alimentati a Diesel, con il veicolo realizzato interamente in fibra di carbonio “FaBI SPARKLESS”, e Prototipi a gas naturale compresso, con il veicolo “Potentia” che ha percorso 512.8 km/l 
 
Buone performance delle squadre italiane anche nella categoria Urban Concept dove il team H2polit0 - Molecules going hybrid del Politecnico di Torino e il team Mecc-H2 del Politecnico di Milano hanno ottenuto il 5° posto con veicoli alimentati a etanolo e a batteria elettrica. 
 
Il successo straordinario della manifestazione è stato confermato anche dall’affluenza di pubblico, con oltre 30,000 visitatori di tutte le fasce di età e la partecipazione di due legende dello sport come Pelé e Kimi Räikkönen i quali sono stati testimoni delle imprese e dei risultati degli studenti e dei loro veicoli. 

Articoli correlati

Commenti