Corriere dello Sport

Mercato

Vedi Tutte
Mercato

FCA conferma: Ferrari continuerà a pagare le tasse in Italia

FCA conferma: Ferrari continuerà a pagare le tasse in Italia
© ANSA

Il Gruppo FCA smentisce le voci di un trasferimento fiscale del brand di Maranello: "Ferrari continuerà infatti ad avere nazionalità e residenza fiscale italiane"

Sullo stesso argomento

 

venerdì 10 luglio 2015 12:20

ROMA - Da mesi si parla della separazione del brand Ferrari da FCA e della quaotazione in Borsa del marchio di Maranello. Fiat Chrysler ha deciso di smentire seccamente le voci di un trasferimento fiscale dell'azienda e ha diramato la seguente comunicazione ufficiale: 

 

In merito ai numerosi commenti e punti di vista che si stanno diffondendo in questo momento riguardo al trasferimento al di fuori dell’Italia della residenza fiscale di Ferrari S.p.A. (“Ferrari”), Fiat Chrysler Automobiles N.V. (“FCA”) ribadisce che la programmata separazione di Ferrari da FCA non comporta e non comporterà il cambiamento della residenza fiscale di Ferrari. Ferrari continuerà infatti ad avere nazionalità e residenza fiscale italiane. Ferrari pagherà le tasse sui propri redditi come fanno oggi tutte le società fiscalmente residenti in Italia. L’offerta pubblica e la successiva distribuzione di azioni agli azionisti di FCA riguarderà la società controllante di Ferrari, che sarà una società costituita in Olanda. La struttura prevista non presenta alcuna differenza rispetto alla struttura attuale, nella quale FCA, società costituita in Olanda, è la società controllante di Ferrari.

Il ricorso ad una società controllante olandese è necessario al fine di disporre di un meccanismo praticamente attuabile ed efficiente per distribuire la titolarità di Ferrari agli azionisti di FCA. L’operazione non interesserà Ferrari, quale società separata di diritto italiano; non comporterà lo spostamento di personale da Ferrari, né ridurrà i livelli di occupazione o le attività attualmente condotte da Ferrari in Italia. Inoltre, aspetto egualmente importante, non comporterà alcuna riduzione della base imponibile di Ferrari in Italia.

 

Per Approfondire

Commenti