Mercato

Vedi Tutte
Mercato

Fiat Chrysler pronta all'offensiva negli USA

Fiat Chrysler pronta all'offensiva negli USA

L'obiettivo è vendere 7 milioni di auto nel mondo entro il 2018: per farlo bisogna lanciare un'offensiva di prodotto negli USA. 

Sullo stesso argomento

 F.C.

martedì 20 ottobre 2015 09:53

FCA, Fiat Chrysler Automobiles, lancia un'offensiva globale: proprio ieri in Cina veniva inaugurata la produzione della nuova Jeep Cherokee nello stabilimento di Changsha (un impianto da 275 mila vetture l'anno) agiungendosi a quella dei modelli Fiat Ottimo e Fiat Viaggio, destinati al mercato cinese. Nel frattempo il Gruppo guidato da Sergio Marchionne punta ad ampliare la propria sfera d'influenza anche dall'altra parte dell'oceano (Pacifico), ossia negli Stati Uniti. 

L'obiettivo è vendere 7 milioni di unità all'anno a livello globale entro il 2018 e per raggiungerlo gli USA sono un mercato fondamentale, soprattutto per Jeep, Dodge e Chrysler. Perché sarà anche vero che gli americani amano le Alfa Romeo e le Maserati (e come non capirli) e che la nuova Fiat 500X piace, ma sono altri modelli a fare i grandi volumi. Ragion per cui, riferisce il sito Allpar.com, il Gruppo italo americano sta per lanciare importanti novità con tutti i brand. Jeep, elemento strategico del recente successo del Gruppo (che in Italia continua a far registrare cresite a tripla cifra) sarà coinvolta in quattro debutti assoluti - la nuova Grand Wagooner, la prossima generazione della Wrangler, un'inedita (e non meglio precisata) Jeep Subcompact e una nuova Compass - a cui si affiancherà anche la Grand Cherokee Trackhawk, dotata dello stesso motore 6.2 Hellcat da 707 Cv della SRT. Le novità dovrebbero continuare sotto il brand Dodge sono previste un'inedita versione sportiva della Dart, dotata di motore turbo da 300 Cv, una versione stradale della Challenger Drag Car denominata ADR, un nuovo Durango SRT con motore 6.2 Hemi e una nuova Barracuda prevista sia in versione coupé che convertibile.

Chrysler vedrà invece nei prossimi anni il lancio della prossima generazione della monovolume Town & Country (la Lancia Voyager italiana) che, sempre secondo Allpar.com, potrebbe prevedere anche una variante ibrida plug-in, la prima del Gruppo. A questo modello si affiancherà anche la 'piccola' Chrysler 100 realizzata sulla base Fiat, e un nuovo suv a 7 posti (dovrebbe chiamarsi Aspen) che condividerà l'architettura con la Jeep Grand Wagoneer. Infine l'importantissima gamma dei pick-up Ram, su cui si fonda parte del successo di FCA in questi ultimi anni. E nel frattempo il 21 ottobre Ferrari sbarca finalmente a Wall Street

 

(Foto -  la nuova Dodge Viper)

 

Per Approfondire

Commenti