Corriere dello Sport

Mobilità Roma
0

Hyundai, con Kona Hybrid una nuova sfida

La Casa coreana, dopo la svolta elettrica, prova anche la strada dell’ibrido con una versione dalla tecnologia all’avanguardia. Le emissioni di CO2 corrispondono a 90 grammi al km

Hyundai, con Kona Hybrid una nuova sfida

Hyundai svolta decisamente verso l’ibrido. E così, ecco Kona Hybrid, tra le novità più significative nel campo dell’automotive. Il primo contatto con l’ibrida coreana produce fin da subito emozioni forti: il SUV della Casa asiatica alimenta la già fornitissima gamma di motorizzazioni presentando la sua variante forse più attesa. Tutto è stato pensato fin nei minimi dettagli. Lo schema è quello, collaudatissimo, della berlina Ioniq, della quale Kona riprende alcuni tratti distintivi vincenti. La nuova vettura prosegue così nel virtuoso programma della Casa che, dopo aver messo in campo la versione elettrica, si concentra ora anche sull’ibrido. Asticella delle ambizioni sempre più alta, dunque, in un crescendo di appeal davvero eccezionale. La tecnologia della ibrida Kona è ampiamente collaudata e deriva, come detto, dalla Ioniq.

100% IBRIDO

C’è da dire che siamo di fronte a un modello interamente ibrido e non plug-in, una versione, quest’ultima, che invece è presente nella berlina Ioniq. L’affiatato binomio endotermico è composto da un’unità elettrica che sviluppa 32 kW (44 CV) di potenza e da un motore benzina di 1,6 litri di cilindrata in grado di erogare 105 CV. Il compatto “millesei” sfrutta la tecnologia dell’iniezione diretta di carburante. La caratteristica peculiare di questo propulsore è quella di non essere a ciclo otto (le fasi che formano il ciclo di combustione del carburante) bensì a ciclo Atkinson. Il dato complessivo riferito alla potenza della versione ibrida di Kona è pari a 141 CV. L’accoppiata tra il propulsore elettrico e quello endotermico è ben corroborata da un cambio a doppia frizione a sei rapporti. Sorprese positive anche per ciò che riguarda i consumi che, nel ciclo combinato, sono compresi tra 3,9 e 4,3 litri per 100 km (secondo gli standard NEDC). A ciò ne corrispondono emissioni di CO2 di 90 grammi al chilometro. Numeri insomma di grande rilevanza, anche per chi desidera possedere un’auto che rispetti l’ambiente e che abbia numeri davvero green. Kona è anche in grado di sorprendere in fatto di prestazioni: infatti, non viaggia bene solo nel caotico traffico cittadino ma, a differenza di altri sistemi ibridi, sembra dare il meglio di sé anche nei tragitti fuori città. E poi, tanti altri tratti distintivi davvero accattivanti, come i cerchi in lega dal design esclusivo.

TECNOLOGIE AL TOP 

Ma le novità più succose si annunciano anche a bordo, con il sistema BlueLink. Sistema che sulla Kona Hybrid è disponibile con un hardware tra i più evoluti e con un nuovo schermo touch da 10,25” (disponibile in opzione con Techno Pack, oppure sull’allestimento più ricco, l’Excellence). Il BlueLink, che sfrutta le funzioni di una Sim presente in vettura, mette a disposizione dei passeggeri tutta una serie di informazioni dedicate, come la situazione del traffico e le previsioni meteo. Ma non solo: sarà possibile connettere la vettura direttamente al proprio smartphone, grazie a un’apposita app. Decisamente piacevoli anche le sensazioni quando si è alla guida. E, per certi versi, questo sembra davvero sorprendente, visto l’aggravio di peso, inevitabile quando ci si trova di fronte a una versione hybrid. Eppure la vettura è agile, veloce, dinamica e soprattutto molto silenziosa. Il cambio a doppia frizione evita fastidiosi “slittamenti” e sembra fatto apposta per produrre una guida tranquilla e rilassante. La grande notizia è che il passaggio all’ibrido non ha determinato alcun mutamento nelle dimensioni del bagagliaio, che continuano a essere estremamente generose. Un po’ di dati. Si parte da 361 litri di capacità e si giunge, abbattendo la seduta posteriore, a ben 1141 litri. La nuova Hyundai Kona Hybrid è già disponibile presso la rete ufficiale della Casa coreana. L’allestimento base XTECH prevede di serie anche la frenata automatica d’emergenza con riconoscimento dei pedoni e dei ciclisti. Perché, come insegna Hyundai, la sicurezza viene prima di tutto.

Hyundai, con Kona Hybrid una nuova sfida

KONA ELECTRIC

Ibrido ed elettrico, in casa Hyundai, vanno di pari passo. Versatile e divertente da guidare, la Kona Electric è il primo SUV compatto elettrico in Europa. Un modello che abbina una grande autonomia di guida con uno stile molto accattivante. Autonomia di guida elettrica sorprendente che si spinge sino a 449 km. Kona Electric si può ricaricare a casa o anche presso una stazione di ricarica rapida. Grazie al pacco batteria ai polimeri di litio, presenta un’elevata efficienza di carica e scarica. Il tutto, a vantaggio di una guida mai noiosa, grazie ai 395 Nm erogati all’istante dal suo propulsore elettrico. I numeri sono da prima della classe, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 7,6’’. Disponibile con due motori: la versione da 39.2 kWh con velocità massima di 155 km/h e un’autonomia fino a 289 km. Oppure la versione da 64 kWh, con velocità massima 167 km/h.

TUCSON

L’ibrido di Hyunday non conosce confini. E allora ecco Tucson, caratterizzata da una gamma di motori all’avanguardia, ottimizzata per migliorare le emissioni di CO2. Tutti i motori della nuova vettura della Casa coreana soddisfano gli standard di emissione Euro 6D-Temp. Uno dei fiori all’occhiello è rappresentato dal nuovo sistema Mild Hybrid 48V. Questo fornisce assistenza durante la fase di accelerazione con una potenza aggiuntiva massima di 12 kW, consentendo una riduzione delle emissioni che si attesta all’11%. Il pacco batteria agli ioni di litio ha una capacità di 0,46 kWh e si ricarica tramite frenata rigenerativa. Novità anche nel sistema del cambio, con l’abbinamento cambio manuale e nuovo cambio automatico a 8 rapporti di Hyundai. Tutte le motorizzazioni con 48V sono omologate come ibride e godono quindi di tutte le agevolazioni e gli incentivi previsti dalla legge per questo genere di vetture.

Hyundai, con Kona Hybrid una nuova sfida

Tutte le notizie di Mobilità Roma

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti