Corriere dello Sport

Mobilità Roma
0

Sciopero Roma 18 giugno, a rischio il trasporto pubblico

Dalle 20 alle 24, per la protesta nazionale indetta dal sindacato Usb, potrebbero fermarsi la rete Atac, i bus periferici gestiti dalla Roma Tpl e i mezzi Cotral

Sciopero Roma 18 giugno, a rischio il trasporto pubblico

Il ritorno al (quasi) normalità significa anche sciopero dei mezzi pubblici a Roma. È quello che potrebbe succedere il 18 giugno, dalle 20 alle 24. Il motivo? La protesta nazionale indetta dal sindacato Usb. Lo stop di quattro ore dovrebbe interessare la rete Atac (bus, tram, metropolitane, ferrovie Roma-Lido, Roma-Civitacastellana-Viterbo, Termini-Centocelle), i bus periferici gestiti dalla Roma Tpl e i mezzi Cotral

Fase 3 auto, a Roma un traffico quasi 'normale' e con la proposta ZTL gratis fino a dicembre

I motivi

Il sindacato Usb sottolinea che non è stata varata dal Governo nessuna misura a sostegno di tutela, salute, sicurezza lavoratori e cittadini. Inoltre, per il 18 giugno si aggiunge un altro sciopero di quattro ore che coinvolge le segreterie territoriali di Usb lavoro privato e Orsa Tpl.

Gli orari

Ricapitolando, il 18 giugno dalle 20 alle 24 non sarà garantito il servizio sull'intera rete Atac, sull’intera rete bus RomaTpl e Cotral. Se alcune linee metro resteranno aperte, non sarà comunque garantito il funzionamento di montascale, ascensori e scale mobili. La percentuale di adesione al precedente sciopero nazionale dell’Usb della durata di quattro ore è stata dell’1,20%, perciò tutto potrebbe procedere regolarmente.

Roma, Uber passa le sue biciclette e monopattini Jump a Lime

Tutte le notizie di Mobilità Roma

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti