Corriere dello Sport

Mobilità Roma
0

Coronavirus, drive-in Roma troppe file e caos: in arrivo la prenotazione online

Per farsi un tampone è necessario armarsi di pazienza e tempo: nella Capitale continuano le code e le attese infinite anche di 10 ore. Per risolvere, l’assessore alla sanità nel Lazio Alessio D’Amato ha annunciato che presto si ricorrerà ad una modalità di prenotazione online

Coronavirus, drive-in Roma troppe file e caos: in arrivo la prenotazione online

Continuano i problemi ai drive-in a Roma. Alle polemiche per le troppe code e le infinite attese per farsi un tampone e rilevare o meno la positività al Covid-19, la Regione ha risposto attivando sei nuove postazioni che, a quanto pare, non sono sufficienti per contenere la domanda. Le code continuano a occupare le aree adibite a drive-in e alcuni testimoni dichiarano di essere rimasti in fila fino a 14 ore. Per far fronte a questa situazione, si stanno studiando piani alternativi.

La proposta anti-fila

I prossimi giorni saranno particolarmente difficili e dobbiamo mantenere il rigore nei comportamenti” ha detto l’assessore alla sanità nel Lazio Alessio D'Amato nel giorno in cui Roma e il Lazio hanno fatto segnare un nuovo record di contagi da Coronavirus. “Siamo la Regione che sta facendo in rapporto agli abitanti più tamponi. - ha aggiunto - Aumenteremo ancora questa capacità con l'obiettivo di raggiungere oltre 20 mila tamponi al giorno”.

Ma come fare per evitare le infinite ore di attesa per farsi un tampone? “Presto su Roma partirà una modalità di prenotazione online dei drive-in per gestire al meglio i flussi, basterà inserire su una piattaforma dedicata il numero di tessera sanitaria, il numero di ricetta dematerializzata e indicare una delle fasce orarie di afferenza” ha spiegato l’assessore. I primi drive-in che adotteranno questa nuova modalità, secondo le parole di D’Amato, dovrebbero essere “quelli del Santa Maria della Pietà, Palmiro Togliatti-centro carni e Casal Bernocchi. Se la prenotazione online funzionerà e aiuterà a migliorare gli afflussi verrà estesa a tutta la rete regionale che conta ad oggi oltre 50 strutture. Ringrazio tutti i nostri operatori dei drive che stanno consentendo lo svolgimento di un’attività fondamentale in questa fase e totalmente gratuita per i cittadini”.

Metro Roma, addio a 20 nuovi treni: l'appello del Premier Conte per i trasporti

Tutte le notizie di Mobilità Roma

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti