Sciopero Roma 23 ottobre: bus, metro e treni a rischio

Lo stop interesserà lavoratori, pubblici e privati, aderenti al Cub. Mezzi a rischio per 24 ore: il servizio sarà comunque regolare fino alle 8,30 e dalle 17 alle 20 per le fasce di garanzia

Altro sciopero generale a Roma. Previsto per venerdì 23 ottobre 2020, lo stop interesserà lavoratori, pubblici e privati, aderenti alla Confederazione unitaria di base (Cub). Secondo quanto reso noto anche da Atac lo sciopero riguarderà bus, tram, metropolitane, ferrovie Roma-Lido, Roma-Civitacatellana-Viterbo e Termini-Centocelle. Il servizio sarà comunque regolare fino alle 8,30 e dalle 17 alle 20 per le fasce di garanzia.

I dettagli

Come sempre, le maggiori ripercussioni saranno sui trasporti e anche i servizi del Comune di Roma sono a rischio. Sul sito del Campidoglio, infatti, l’avviso recentemente comparso non lascia molti dubbi: “Venerdì 23 ottobre 2020 il servizio al pubblico potrebbe non essere garantito nelle forme e nei tempi usuali, in considerazione dello sciopero generale del personale per l'intera giornata indetto da CUB, con l'adesione di CUB SUR e CUB Pubblico Impiego”. Cosa significa? Che rischiano anche servizi anagrafici e scolastici.

Coronavirus, drive-in Roma troppe file e caos: in arrivo la prenotazione online

Commenti