Trasporti a Roma: folle sui mezzi ma i bus turistici sono vuoti

Le linee a supporto di Atac e Cotral trasportano pochissimi passeggeri, ma c’è chi si assembra sui marciapiedi per aspettare le corse in ritardo
Trasporti a Roma: folle sui mezzi ma i bus turistici sono vuoti
TagsRomamezzi pubbliciBus

Ma i mezzi a Roma ci sono o non ci sono? Perché le versioni che circolano sono abbastanza distanti l’una dall’altra. Per tenere sotto controllo l’emergenza sanitaria da Covid ed evitare assembramenti sul trasporto pubblico, circolano dei mezzi turistici a supporto delle linee Atac e Cotral. Ma passando da piazzale Flaminio, in mancanza del tram 2, le persone attendendo i bus sostitutivi e si accalcano sul marciapiede perché non passa nulla. E poi ci sono gli autisti dei sopracitati mezzi turistici (tredici linee) di supporto che si lamentano perché nessuno ci sale: “La gente dice che i mezzi pubblici a Roma non sono adeguati, non sono ben supportati… e questi allora? Prendeteli no?”, dichiarano a RomaToday.

Roma, in arrivo nella Capitale 82 nuovi bus per Atac

Perché i romani non salgono sui bus?

Ascoltando le dichiarazioni dei pochissimi passeggeri a bordo di questi mezzi, la spiegazione che loro danno è che quasi nessuno li conosce. Quindi c’è un errore di base sulla comunicazione? Forse, ma poi c’è chi dice il contrario, come un autista: “Sta scritto sulle fermate, sui bus. Sono pubblicizzati in metro. Come fanno a non conoscere queste linee?”. “La gente continua a salire sui bus Atac pieni, tanto da non garantire la distanza di sicurezza”, ma poi ci sono i bus turistici vuoti per buona parte della giornata. Solo la mattina c’è più movimento, per il resto delle ore nessuno sale su questi mezzi. Anche alcuni studenti non sembrano apprezzati i nuovi autobus: “Non mi conviene prendere questo bus. È più comodo il 310”.

La protesta degli autisti 

Noi lavoriamo tre ore la mattina, e tre ore il pomeriggio”, dicono gli autisti: dalle 7 alle 10 e dalle 16 alle 19, dal lunedì al venerdì, mentre il sabato fanno sono il turno di mattina. Guidano tredici linee che collegano il centro di Roma alla periferia: i mezzi non mancano, proseguono, ”solo la compagnia Bus Shuttle ne ha messi a disposizione 35”, e nemmeno la sicurezza perché la sanificazione avviene “ogni giorno, ogni volta che si torna in garage”.

Una domanda a questo punto ci sorge spontanea: chi ha ragione? Gli autisti o i passeggeri che aspettano navette che non arrivano?

Roma, panico in autobus: uomo aggredisce i passeggeri con un coltello

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti