Maserati Levante, produzione al via e in 550 rientrano dalla "cassa"

La fase produttiva del SUV del Tridente entra nel vivo, i turni raddoppiano e il numero totale di addetti impiegati sale a 1200
Maserati Levante, produzione al via e in 550 rientrano dalla "cassa"
Alessandro Vai
ROMA - La produzione della Maserati Levante è entrata nel vivo. Dopo il primo avviamento avvenuto lo scorso 29 febbraio, FCA ha ufficializzato il raddoppio dell’attività produttiva, con il passaggio da uno a due turni lavorativi giornalieri. Come noto, la SUV del Tridente viene assemblata nello storico stabilimento di Mirafiori, dove complessivamente saranno utilizzate più di 1.200 persone. Oltre ai 500 lavoratori presenti dall’inizio della produzione, si aggiungeranno ora 700 persone. Di queste, circa 550, arrivano dalla cassa integrazione dopo avere fatto percorsi di training per il reinserimento in fabbrica ed aggiornamenti specifici per la linea del Levante.
Maserati Levante, debutto show a Milano
Guarda la gallery
Maserati Levante, debutto show a Milano
 
 
A loro si affiancheranno, in questa fase, circa 150 addetti dello stabilimento di Grugliasco (Torino) con lo scopo di supportare l’incremento produttivo del nuovo modello grazie all’esperienza che hanno già maturato con le produzioni della Quattroporte e della Ghibli. I programmi prevedono un’ulteriore crescita degli occupati nel corso del periodo estivo di quest’anno, ovviamente sempre tenendo conto dell’andamento del mercato e delle richieste

Commenti