News motori

Vedi Tutte
News motori

Ford, parcheggio più sicuro con i nuovi sistemi di assistenza

Ford, parcheggio più sicuro con i nuovi sistemi di assistenza

Il sistema di monitoraggio dei veicoli in arrivo rileva persone e oggetti in procinto di passare dietro al veicolo

Sullo stesso argomento

di Alessandro Vai

lunedì 7 novembre 2016 12:25

ROMA - Ford ha presentato un nuovo pacchetto di sistemi di assistenza alla guida, con particolare attenzione alle situazioni di parcheggio. Il sistema di monitoraggio dei veicoli in arrivo con funzione di frenata ‘Cross Traffic Alert with Braking’ rileva persone e oggetti in procinto di passare dietro al veicolo, calcolandone posizione, distanza e direzione, e in caso di possibile collisione e assenza di reazione del conducente agli avvisi, aziona i freni per evitare l’impatto o ridurne l’entità. A questo si aggiunge la telecamera posteriore con visuale a 180 gradi che riporta sul displat un’ampia visuale grandangolare dell’area retrostante il veicolo.

Il sistema di parcheggio automatico ’Enhanced Active Park Assist’, poi, permette di effettuare parcheggi in parallelo o in perpendicolare con la pressione di un tasto. Questo per quanto riguarda il presente, perché il prossimo futuro prevede nuove tecnologie che sono attualmente in fase di sviluppo presso il Ford European Research e Innovation Center di Aachen, Germania. Il focus è sui sistemi che possano aiutare i conducenti a evitare veicoli in forte rallentamento o fermi in caso di emergenza e che possano avvisare i guidatori in caso di direzione sbagliata in autostrada. Tutte tecnologie che vedremo sulle Ford del prossimo biennio.

Ci vorrà invece qualche anno in più per riuscire a prevedere il verde e il rosso dei semafori, un progetto che è attualmente in fase di sperimentazione. Il Green Light Optimal Speed Advisory o “assistente per l’onda verde” utilizza le informazioni sui tempi del semaforo ottenute da un’unità di raccolta dati posta a bordo strada e indica al conducente la velocità di crociera da mantenere per riuscire a incontrare sempre il semaforo verde. I test verranno svolti nei prossimi 2 anni sia su strade pubbliche che su circuiti chiusi a Milton Keynes e a Coventry.

Articoli correlati

Commenti