Bentley Continental GT V8: lusso e grandi prestazioni
News motori
0

Bentley Continental GT V8: lusso e grandi prestazioni

Il motore eroga 550 cavalli, da 0 a 100 km/h in 4 secondi: il nuovo modello turismo della Casa britannica arriverà in Europa nel 2020

Lusso, comfort e prestazioni elevatissime. In sintesi: Bentley Continental GT V8, che si pone come una turismo di altissimo livello.

Più compatto, potente quanto basta per staccare numeri da supersportiva, attento per quel che può ai consumi. Cinquecento miglia sono il dato di autonomia dichiarata, 800 km per una Grand Tourer giunta alla terza generazione, spinta da un motore V8 4 litri twin turbo, alternativa al più grande e potente W12 6 litri.

Arriverà su strada, in Europa, nel corso del primo trimestre del 2020. Lo farà con due varianti di carrozzeria, perché il lusso e le prestazioni estreme, su strada, puoi viverle in formato coupé o GT Convertible.

Differenze racchiuse in 1 decimo di secondo, se misurate in accelerazione, da zero a cento. L’esercizio è più che mai relativo, per il cliente tipo delle granturismo, per definizione auto in grado di abbinare velocità e lusso in una carrozzeria sportiva. E l'abbinata perfetta val bene anche qualche centinaio di kg più di una supersportiva specializzata. Lo 0-100 km/h è completato in 4 secondi netti da Continental GT V8, mentre la velocità massima si attesa sui 318 km/h.

Il motore V8 eroga 550 cavalli e 770 Nm, non sono i 634 cavalli e 900 Nm della W12, ma si annuncia in grado di ripagare con la carta di un peso inferiore. Potenza scaricata sulle quattro ruote motrici, dalla gestione autonoma nella ripartizione tra i due assi. Non solo motore, nella scheda tecnica della Continental GT “compatta”. Meritano un approfondimento le sospensioni, perché rappresentano il filtro principale del comfort di marcia promesso all’interno e la capacità di mixarlo con una dinamica da sportiva. Le barre antirollio sono cave, le sospensioni possono essere di tipo adattivo, a richiesta, con elementi pneumatici a tre camere, dalla variazione di rigidità continua, su ciascuna ruota.

Nella marcia con un filo di gas si avranno i benefici del sistema di disattivazione parziale dei cilindri: da V8 si viaggia come fosse un quattro cilindri 2 litri, l’unità sotto il cofano anteriore. In 20 millesimi di secondo, l’elettronica provvede a riattivare l’intera orchestra, per sfruttare al massimo il potenziale tecnico. Lo start&stop, un altro (piccolo) aiuto al contenimento dei consumi.

Sul fronte tecnologico, l’assistenza alla guida ha le caratteristiche del sistema Traffic Jam Assist, per la marcia assistita in colonna, del Park Assist e dell’Active Lane Assist, dispositivo di mantenimento attivo della corsia.

Riconoscere le Continental GT V8 dalle W12 è un attimo: quattro terminali di scarico (anziché i 2 ovali di GT W12), cerchi da 20 pollici, 10 razze, di serie (a richiesta, varianti fino a 22 pollici), ma soprattutto l’inconfondibile borbottìo tipico degli otto cilindri. I fari Matrix Led, come il sistema infotainment Bentley Rotating Display da 12,3 pollici, sono tra le specifiche di serie, insieme a sedili in pelle e regolazione elettrica in 20 posizioni. Prerogativa della versione cabriolet, la capote in 7 differenti tinte.

Vedi tutte le news di News motori

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti